Catanzaro. "L'anno più bello", presentato il libro di Pier Vincenzo Gigliotti

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. "L'anno più bello", presentato il libro di Pier Vincenzo Gigliotti

  18 ottobre 2021 10:11

di COSTANTINO MUSTARI*

Nella sala Musmi del Parco della Biodiversità di Catanzaro è stato presentato il libro “L’anno più bello”, di Pier Vincenzo Gigliotti, edito da La Rondine. L’evento, organizzato dal Comitato catanzarese della Società Dante Alighieri, è iniziato con il saluto della Presidente Teresa Rizzo, che, con un saluto per nulla formale, ha sommariamente illustrato le finalità del sodalizio, impegnato particolarmente in questo 2021,  nel quale ricorre il settimo centenario  della morte del sommo poeta, in diverse iniziative, alcune già realizzate e altre, tutte qualificanti, in programmazione. Ha messo quindi, in rilievo i valori veicolati attraverso le vicende e i personaggi del libro, che, assume, per questo motivo, una valenza altamente educativa. 

Banner

Sono seguiti, quindi, gli interventi dell’editore Gianluca Lucia e di Franco Rotella, storico presidente del “Catanzaro Club”. Il primo si è soffermato sulla genesi del libro, inserito nella collana che la Casa Editrice la Rondine destina agli adolescenti, e ha,poi, succintamente, tracciato un profilo dell’autore. Rotella, da parte sua, con riferimento ad alcuni episodi e personaggi narrati nel libro, ha intrattenuto i presenti con una serie di aneddoti riferiti alla più che quarantennale attività del “Catanzaro Club” e alla gloriosa storia calcistica della squadra giallorossa. Il libro, infatti , narra dei sogni e delle speranze di un gruppo di preadolescenti di una terza classe della scuola media “Pascoli” legati al risultato della partita di coppa Italia  con Inter. 

Banner

Un sogno che fu di tutti, non solo della tifoseria giallorossa, galvanizzata dal risultato conseguito contro gli azzurri del Napoli che avevo sperato la strada verso la finale di coppa Italia, ma dell’intera Calabria, che sognava di vedere una piccola citta della periferia d’Italia, appunto Catanzaro, peraltro meridionale, nell’Olimpo Europeo, con conseguenze non solo sul piano sportivo, ma anche su quello economico e sociale. 

Banner

Sui sogni di quell’anno irripetibile, il 1982, si è soffermato Nicola Fiorita, anche lui all’epoca preadolescente e testimone di un periodo nel quale la città proponeva una serie di iniziative per tutte le fasce di età e offriva motivi e occasioni di emozioni a grandi e piccini, non solo sul piano sportivo; una città che sulla spinta dei successi calcistici richiamava su di se’ l’attenzione dell’Italia intera. 

L’appassionato intervento dell’autore del libro avv. Pier Vincenzo Gigliotti, che si è soffermato a raccontare dei protagonisti e dei personaggi minori della storia, testimoni di una stagione irripetibile per la città, ha concluso gli interventi al tavolo; interventi moderati, da par suo, dal giornalista sportivo Vittorio Giummo, cronista di tante imprese della squadra giallorossa. 

Ne è seguito un dibattito serrato e qualificato da parte del numeroso pubblico, per il quale la serata ha rappresentato un tuffo in un mare di sogni, di nostalgia, di emozioni. Un plauso, da ogni parte, è stato tributato al Comitato catanzarese della Società Dante Alighieri, che un posto prestigioso e di rilievo ricopre nello spazio culturale della Città.

*vicepresidente Comitato catanzarese della Società Dante Alighieri

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner