Amore e cioccolato, buon San Valentino a tutti!

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Amore e cioccolato, buon San Valentino a tutti!
Maria Francesca Bria e Renato Parlato
  13 febbraio 2020 22:55


di GIOVANNA BERGANTIN

“Amore è un fumo levato col fiato dei sospiri....Che altro è esso? Una follia discreta quanto mai, fiele che strangola e dolcezza che sana”.

Così William Shakespeare spiega il dramma d’amore di Romeo e Giulietta, che con Paolo e Francesca dividono il palmares delle più celebri storie di cuore raccontate dai grandi della letteratura. L’amore è un sentimento molto complesso da descrivere, con tante e tali sfaccettature da poterci sbizzarrire nelle varianti delle
sue espressioni. Già nel lessico, i greci, che l’avevano ben analizzato, utilizzavano tre termini con diversi significati: eros, philìa e agape. Oggi all’amore è riservata una festa con tanto di Santo. A S. Valentino, infatti, la comunità cristiana, mutando il rito pagano della fecondità, affida fidanzati e innamorati.
Poiché la vita è incentrata sull’Amore e vi è chi lo canta, chi lo vive e chi lo sogna, pensiamo sia proprio bello festeggiarlo, senza esclusioni. Festa commerciale, forse, ma poiché c’è di mezzo il cuore, il consenso è unanime. E allora, lasciamo che il giorno dal fascino un po’ speciale, con le rose, i cuoricini e tutte le più suadenti simbologie, diventi l’occasione per concedersi un appuntamento con l’amore.
Dalla margheritina m’ama o non m’ama dei teneri fidanzatini di Peynet siamo passati allo scambio di chat, whatsapp e gif animate. Oggi le frasi d’amore
sono consegnate a messaggi vocali o a bigliettini personalizzati che arrivano con un’app; foto e mazzi di fiori con i loro colori e profumi si creano e si
inviano tramite social network o faccine e simboli di emoji. Insomma, col proprio smartphone in virtuale si può far proprio tutto, persino trasmettere e
condividere i sentimenti.
Chi preferisce santificare la festa può programmare una tranquilla passeggiata alla chiesa conventuale di Belvedere Marittimo dove sono conservate alcune
reliquie del Santo degli innamorati. Per chi, invece, non perde l’occasione di festeggiare non resta che l’imbarazzo della scelta: atmosfera intima di un menù
romantico o magici tête-à-tête ricchi di cibi afrodisiaci, con golosi intermezzi segnati da pensieri affettuosi.
“Farò di tutto per raggiungere Renato, il mio fidanzato - ci racconta Maria Francesca Bria, giovane e dinamica medico veterinario dermatologo che vive in
un triangolo geografico: Cosenza, città d’origine, Napoli dove ha studiato e abita il fidanzato, e Roma, dove svolge la sua professione – E’ già in programma il
pranzo romantico nel ristorantino con pescheria sul mare, a Bacoli, dove ci siamo conosciuti e dove ci scambieremo un piccolo segno d’amore”.
Per le coppie innamorate il giorno di San Valentino si annuncia con caffè e cappuccino con gli artistici cuoricini di panna o di cacao, ma deve proseguire con
molte soste a base di tanto, tanto cioccolato. Il cioccolato compone storicamente con l’amore un binomio indissolubile perché è voluttuoso, piacevolmente dolce o amaro, energizzante, insomma un irrinunciabile piacere di gola.
Comunque la si pensi, è innegabile che il cioccolato porta una immediata sensazione di benessere e diventa un alleato per il buon umore. E’ un surrogato
affettivo, buono per tutte le ore, senza limiti di età. Già, perché da un lato compensa gli affetti d’amore, dall’altro, rappresenta la passione divorante e
inebriante dei sensi, anche un po’ peccaminosa. Di fatto la scienza dell’alimentazione continua a scoprirne i suoi effetti benefici. Per alcuni scienziati, il cioccolato contiene le stesse sostanze chimiche che il cervello produce durante l’innamoramento. Il suo sapore intenso, dolce o amaro, è stato, inoltre, rapportato a tutte le sfumature dei sentimenti, esaltate e celebrate dalla pittura, dalla letteratura e dalla celluloide.
In pasticceria, l’arte dei raffinati maestri cioccolatieri italiani ci permette di scegliere dall’inimitabile bacio, il cioccolatino più famoso, a sofisticate ’opere
d’arte’ create appositamente per i più golosi.

Lo chef Luigi Quintieri, docente ed esperto in consulenza ristorativa, tra i primi in Calabria a sperimentare tutte le
texture del cioccolato in cucina, ci ha preparato un dolce speciale per augurare buon San Valentino a tutti!

Lo chef Luigi Quintieri

‘Bon bon degli innamorati’, dessert al cioccolato fondente Ghana 70% con cuore di mousse al peperoncino e arancia e colatura di salsa alla vaniglia