Coronavirus. Il Governo dice sì agli ospedali da campo in Calabria: saranno montati a Cosenza, Crotone, Reggio e Vibo

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Coronavirus. Il Governo dice sì agli ospedali da campo in Calabria: saranno montati a Cosenza, Crotone, Reggio e Vibo
Il presidente Nino Spirlì
  13 novembre 2020 19:59

di STEFANIA PAPALEO

Anche in Calabria arriveranno gli ospedali da campo. Il Governo ha detto sì. Ha accolto la richiesta spedita a Roma dal presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì, che, di concerto con la Protezione civile, guidata da Fortunato Varone, li aveva sollecitati, per tirare fuori la Calabria dalla morsa del Covid. 

Nello specifico, il Governo ha concesso due ospedali da campo da 40 posti e due da 20 posti, che saranno montati a Cosenza, Crotone, Locri e Vibo Valentia. Resta fuori solo Catanzaro, dove già questa sera il rettore dell'Umg, Giovambattista De Sarro, ha ricavato decine di posti letto da dedicare ai pazienti Covid, dando il via libera all'utilizzo del padiglione C del Policlinico di Catanzaro. 

La decisione di concedere gli ospedali da campo alla Calabria è stata assunta dal ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, al termine della riunione con il Capo della Protezione CivileAngelo Borrelli, nel corso della quale è stato censito il fabbisogno di ogni singola regione.

Grande soddisfazione da parte del presidente Spirlì, che si dice "particolarmente orgoglioso del risultato raggiunto". E aggiunge: "Nei giorni scorsi avevo chiesto ufficialmente alla Protezione civile e alla Croce rossa italiana la consegna di ospedali da campo attrezzati per far fronte alla seconda ondata della pandemia e fondamentali per decongestionare i nostri ospedali. Il mio appello - condiviso con la Giunta e i consiglieri regionali - è stato accolto con grande sollecitudine e questo non può che infondere nuova fiducia per il prossimo futuro. In pochi giorni - conclude Spirlì -, abbiamo centrato obiettivi importanti come l’aumento di 244 posti letto (tra cui 10 di terapia intensiva) in tutta la regione e il reclutamento di 300 tra medici e infermieri da destinare alla battaglia contro il Coronavirus. L’operatività dei quattro ospedali da campo migliorerà, dunque, l’offerta complessiva e ci consentirà di affrontare le prossime settimane con maggiore serenità. Questa Giunta regionale continua a essere in prima linea contro il Covid e al fianco di tutti i calabresi».

LEGGI ANCHE QUI. Coronavirus. Nuova ordinanza di Spirlì: "Saranno assunti 150 medici e 150 infermieri"

LEGGI ANCHE QUI. Il rettore De Sarro dà il via libera all'impiego del padiglione C del Policlinico: aumentati gli spazi Covid nel corpo A