Coronavirus. Prorogati i permessi di soggiorno per il lavoro stagionale in scadenza. Coldiretti: "Una misura indispensabile per l'agroalimentare"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Coronavirus. Prorogati i permessi di soggiorno per il lavoro stagionale in scadenza. Coldiretti: "Una misura indispensabile per l'agroalimentare"
coldiretti
  24 marzo 2020 16:50

Sono stati prorogati i permessi di soggiorno per lavoro stagionale in scadenza, al fine di evitare agli stranieri di dover rientrare nel proprio Paese proprio con l'inizio della stagione di raccolta nelle campagne.

Lo rende noto il Presidente della Coldiretti Ettore Prandini che aveva chiesto urgentemente il provvedimento per sopperire alla mancanza di manodopera stagionale in agricoltura e non pregiudicare le fornitura di generi alimentari a negozi e supermercati.

La proroga secondo la circolare del Ministero degli Interni, precisa la Coldiretti, dura fino al 15 giugno e riguarda i permessi di soggiorno in scadenza dal 31 gennaio al 15 aprile resa piu' urgente dal caldo inverno che ha anticipato la maturazione delle primizie come fragole e asparagi proprio nel momento in cui la chiusura della frontiere per l'emergenza sanitaria ha fermato l'arrivo nelle campagne italiane di lavoratori dall'estero.

"Con il blocco delle frontiere alla circolazione delle persone è a rischio - sottolinea la Coldiretti - più di ¼ del Made in Italy a tavola che viene raccolto nelle campagne da mani straniere con 370mila lavoratori regolari che arrivano ogni anno dall'estero".