Edilizia scolastica, il Comune di Reggio Calabria stanzia 3 milioni di euro in vista della ripresa a settembre

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Edilizia scolastica, il Comune di Reggio Calabria stanzia 3 milioni di euro in vista della ripresa a settembre
Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà
  22 maggio 2020 17:08

Un Piano da 3 milioni di euro dedicato all'edilizia scolastica e destinato a rigenerare le strutture in vista della ripresa delle attività da settembre.

E' quello programmato dall'Amministrazione comunale di Reggio Calabria e presentato oggi dagli assessori alla Pubblica istruzione Anna Nucera ed ai Lavori pubblici Giovanni Muraca nel corso di una videoconferenza con i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi cittadini. L'incontro è servito anche per ragionare sulle azioni da intraprendere sulla "Fase 2", per un graduale ritorno alla vita sociale, ma anche a quella scolastica.

L'apertura dei cantieri nelle scuole è prevista per i mesi estivi. "Si tratta - ha spiegato Anna Nucera - di lavori di manutenzione straordinaria per i quali sono stati inseriti due finanziamenti, pari a 1,8 milioni di fondi previsti dai Patti per il Sud. Le azioni si riferiscono a rifacimenti di tetti e di tratti di rete fognaria, manutenzione degli estintori, scale di sicurezza, sistemazione di infissi, di caldaie ormai vetuste, rifacimento di tratti di facciate, cornicioni, cancelli, scale di sicurezza, il completamento della scuola Primaria di San sperato, di alcuni campetti polivalenti". Un secondo finanziamento di oltre 1 milione di euro, proveniente sempre dai 'Patti per il Sud', sarà impegnato per i progetti per la verifica della vulnerabilità sismica che interesseranno il resto delle scuole escluse dai finanziamenti ministeriali. Inoltre, con fondi regionali è previsto anche l'adeguamento statico delle Scuole Secondarie di Primo grado "Boccioni" di Gallico e "Ibico" di Santa Caterina. "Interventi - ha spiegato l'assessore alla Pubblica Istruzione della Giunta Falcomatà - che vanno ad aggiungersi a quelli di manutenzione ordinaria che la società "Castore" sta già effettuando nei diversi istituti cittadini". In merito alle azioni previste per il rispetto delle disposizioni di sicurezza inerenti l'emergenza sanitaria, l'assessore Nucera ha evidenziato l'inadeguatezza delle attuali strutture in relazione al rispetto delle minime distanze di sicurezza tra gli studenti, "nelle quali bisognerà attuare interventi 'leggeri' di edilizia scolastica da utilizzare con procedure rapide. E' evidente - ha aggiunto - che, qualunque soluzione venga adottata dai protocolli nazionali, avrà un impatto sull'edilizia scolastica e sull'allestimento degli spazi, con incidenza su voci di costo non inserite nella programmazione ante emergenza Covid-19".

"Sarà necessaria - ha affermato l'assessore Anna Nucera - una stretta collaborazione tra Comune, Istituti Scolastici e Amministrazione centrale per sviluppare un piano integrato che consentirà di far ripartire il sistema di educazione e istruzione, assieme alle opportunità educative del territorio tenendo presente le prioritarie esigenze di salute e sicurezza". Esigenza che ha suggerito l'istituzione di Tavolo tecnico interistituzionale tra Amministrazione comunale, Dirigenti Scolastici, Prefetto, Questore Asp, Croce Rossa e Protezione Civile.