Ice-Agenzia e Confartigianato: parte con successo il percorso formativo dedicato allo storytelling d’impresa

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Ice-Agenzia e Confartigianato: parte con successo il percorso formativo dedicato allo storytelling d’impresa
I presenti al corso di formazione ICE STORYTELLING
  06 febbraio 2020 15:16

Acquisire conoscenze, competenze ed obiettivi per una comunicazione efficace d’impresa, approfondire le tecniche, dal brief alla realizzazione finale; discutere in laboratori collettivi le proprie strategie di comunicazione on line e off line.

Sono questi i principali obiettivi del percorso formativo organizzato da ICE–Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, nell’ambito del Piano Export Sud 2 ed in collaborazione con Confartigianato Imprese Calabria, che ha preso il via questa mattina nella sede regionale dell’associazione, a Catanzaro. L’evento si articola in un percorso gratuito di seminari su Storytelling e Comunicazione di Impresa rivolto a PMI, start-up, cooperative, consorzi e reti di impresa. Alla prima sessione formativa hanno preso parte oltre 40 PMI provenienti da tutte le province dalla Calabria.

Il primo modulo (“Il processo di internazionalizzazione e le evoluzioni del mercato) si è svolto alla presenza del rappresentante di ICE Agenzia-Ufficio Servizi formativi, Libero Tessitore, l’approfondimento dei temi è stato affidato alla professionalità di Rita Palumbo, (Wip Consulting), docente Faculty Ice-Agenzia, ed esperta di strategie di comunicazione e marketing internazionale.

Tanti gli argomenti affrontati in questa prima giornata: la comunicazione in contesti multiculturali attraverso le emozioni, i fattori di competitività per le aziende italiane, le nuove frontiere digitali del marketing, l’uso delle neuroscienze nei processi di acquisto. Sono questi gli argomenti affrontati al fine di sostenere le aziende a strutturare il proprio company profile e ad individuare una potenziale clientela più ampia possibile, guardando necessariamente alla internazionalizzazione di impresa come opportunità da sfruttare.

“Il Made in Italy è un brand riconosciuto in tutto il mondo, che ha al suo interno valori intangibili ed emozionali – ha spiegato Rita Palumbo –. Il mercato globale nella sua vastità ha la necessità di sentire il racconto, la narrazione di questi valori. E questi valori caratterizzano la nostra cultura, la nostra capacità di produrre qualità in un modo specifico che soltanto le realtà imprenditoriali italiane gli sanno fare”.

Il prossimo appuntamento del percorso formativo sarà giovedì 13 febbraio, dedicato al tema del marketing territoriale (come si racconta il territorio e lo si promuove). Le date successive saranno quelle del 20 febbraio ed infine il 27 febbraio con i colloqui individuali, dove le aziende potranno ricevere suggerimenti al fine di adattare le proprie strategie di comunicazione ed essere più incisive nelle attività di internazionalizzazione d’impresa.

Il presidente regionale e il segretario regionale di Confartigianato Calabria, Roberto Matragrano e Silvano Barbalace, hanno voluto ringraziare Tessitore e la Palumbo per la qualificata presenza, e le tante imprese che hanno scelto di aderire al percorso formativo.