Il Giro d'Italia. Tiriolo e il suo essere la "Cortina del Sud". Il vicesindaco Balsamo: "Momento indimenticabile"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il Giro d'Italia. Tiriolo e il suo essere la "Cortina del Sud". Il vicesindaco  Balsamo: "Momento indimenticabile"
Il Giro d'Italia a Tiriolo
  07 ottobre 2020 19:04

di FRANCESCO BALSAMO*

Il Giro d’Italia non è soltanto ciclismo, non è soltanto sport. È storia, cultura, tradizione, folklore. 
È la vita. È fatica, sudore, sacrificio. Passione vera e popolare.

Entusiasmo, felicità e tifo sano e genuino. È una lunga linea rosa che lega indissolubilmente i destini di centinaia di Borghi, di visi e di volti, di persone che da luoghi e spettatori diventano protagonisti dell’evento. Così è stato Tiriolo. 

In Rai ci hanno definito la “Cortina” del Sud. Noi lo sapevamo, ma che orgoglio sentirselo dire!
E tutto ciò di bello che abbiamo realizzato e mostrato, per pochi minuti al mondo intero, grazie all’amministrazione, agli uffici comunali, alle “mille” associazioni, ai commercianti, ai volontari ed a tutti i cittadini, è il lascito di generazioni.

Sono i tratti caratteriali di accoglienza, dignità, legalità, educazione e civiltà, che ci fanno unici ed immediatamente riconoscibili. Comunità che Sa Essere esempio e faro.  Che non lo si dimentichi. Mai.

*Vice sindaco Tiriolo

LEGGI ANCHE QUI. Il piemontese Filippo Ganna vince la Mileto-Camigliatello Silano. Almeida resta maglia rosa