Il presidente Tallini apre le porte di Palazzo Campanella ai vertici del Rotary club Reggio Calabria Sud “Parallelo 38”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il presidente Tallini apre le porte di Palazzo Campanella ai vertici del Rotary club Reggio Calabria Sud “Parallelo 38”
L'incontro a Palazzo Campanella
  29 giugno 2020 16:23

Il presidente del Consiglio regionale Domenico Tallini ha ricevuto in visita di cortesia i rappresentanti di vertice del Rotary club Reggio Calabria Sud “Parallelo 38” Gianfranco Fragomeni, Nicodemo De Pino e Antonio Squillace.

“Siamo particolarmente contenti di omaggiarla – hanno sottolineato i rotariani - di questo libro “La Rivolta di Reggio”- Storia di territori, violenza e populismo nel 1970 a firma di Luigi Ambrosi (edizione Rubbettino), a 50 anni da quella drammatica ribellione. Rinnoviamo la proficua collaborazione con il Consiglio regionale della Calabria tradottasi anche nel protocollo d’intesa per la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale del Polo ‘Mattia Preti’ e le annunciamo con orgoglio la nascita, nel prossimo primo luglio 2021, del ‘Rotary Distretto 2102 Calabria”.

“E’ con vivo piacere che quest’oggi, incontro il ‘Rotary’ di Reggio Calabria Sud, le cui attività sociali sono ben note in riva allo Stretto, e non solo, e sono al contempo lusingato – ha esordito Tallini- dell’omaggio editoriale dell’autore Luigi Ambrosi. ‘La rivolta di Reggio. Storia di territori, violenza e populismo nel 1970’ favorisce un momento di riflessione su un tema e su fatti che hanno segnato indiscutibilmente l’identità della Calabria e che solo nel tempo hanno trovato la loro giusta lettura. Non una semplice questione di capoluogo; ma sentimenti autentici di identità meridionale”.

Il presidente Tallini – che ha fatto dono di un libro sulla Calabria ai rappresentanti rotariani- ha concluso ribadendo “il mio sincero apprezzamento per il libro edito da Rubbettino e per il lavoro costante e aggregante che il Rotary profonde a Reggio Calabria, attraverso la propria missione culturale e di servizio alla comunità reggina. Augurandovi buon lavoro, per la vostra intensa attività, sono certo che, nel futuro prossimo, ci sarà modo di rincontrarci e di intraprendere un percorso comune. Le porte di Palazzo Campanella sono sempre aperte”.