Il report del ministero: la Calabria ha l'indice di contagiosità più basso d'Italia

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il report del ministero: la Calabria ha l'indice di contagiosità più basso d'Italia

La stima del valore dell'Rt è pari 0,17. Il report del ministero sul sistema di monitoraggio dell'emergenza in Italia

  22 maggio 2020 16:11

di GABRIELE RUBINO

La Calabria è la regione con il valore Rt più basso in Italia. Sulla base dei dati raccolti fino al 19 maggio, l'indice di trasmissibilità è pari a 0,17. E' quanto emerge dal secondo appuntamento con il sistema di monitoraggio del ministero della Salute (elaborato dall'Istituto Superiore di Sanità). Complessivamente, per la Calabria si conferma il rischio basso, con un trend in discesa. Il valore Rt è uno strumento dinamico che rappresenta il numero medio delle infezioni prodotte da ciascun individuo infetto dopo l’applicazione delle misure di contenimento della pandemia di Covid-19. Silvio Brusaferro, il presidente dell'ISS ha avvertito come “L’indice Rt è oscillante nel Paese, è normale e segnalarlo non vuol dire assolutamente fare pagelle. I casi di Umbria e Molise che hanno visto l’indice salire per alcuni focolai lo dimostrano: oggi quel dato è rientrato”.

Nella valutazione complessiva, contenuta nel report settimanale, la Calabria ha un'incidenza ogni 100 mila abitanti pari a 0,26.“In tutte le regioni i casi sono in decremento, ma rimangono delle differenze che dividono sostanzialmente in tre aree il Paese: regioni con pochissimi casi o zero e altre come la Lombardia con un numero significativo”. Lo ha detto il presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss), Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa settimanale sull’andamento dell’epidemia di Covid-19. In questa fase 2 si riduce la pressione sulle strutture ospedaliere. "Non abbiamo segnali di sovraccarico dei servizi ospedalieri, sia per quanto riguarda le terapie intensive sia per quanto riguarda i reparti” ha sottolineato Brusaferro. Avvertendo però che, sebbene la curva dei contagi sia in calo, “il virus circola ancora da noi e non possiamo permetterci di allentare le misure di protezione individuale”.

In questo momento l’indice di contagio Rt si mantiene sotto il valore di 1 in tutte le regioni italiane eccetto la Valle d’Aosta, dove è pari a 1,06.  "I dati del monitoraggio sono al momento incoraggianti - ha commentato il ministro della Salute, Roberto Speranza -. Ci dicono che il Paese ha retto bene le prime aperture del 4 maggio. Ma guai a pensare che la partita sia vinta. Serve massima cautela. Basta poco a vanificare i sacrifici fatti finora”.