Io, conteso tra due donne mie clienti, una delle quali con un marito violento. Cambio regione?

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Io, conteso tra due donne mie clienti, una delle quali con un marito violento. Cambio regione?

  07 ottobre 2019 17:07

Cara, gentilissima Valentina, a volte anche impertinente nelle risposte, andando per caso sulla Nuova Calabria mi ha incuriosito la rubrica che curi. Leggendo le lettere che ti hanno inviato lettrici e lettori mi son chiesto “perché non prospettare a Valentina il mio caso?”. Apparentemente di normale routine sentimentale, ma non è così. Mi sono complicato la vita. Mi chiamo Filippo, 40 anni. Abito a Catanzaro per motivi di lavoro –sono rappresentante di commercio alle dipendenze di un rinomato marchio alimentare- e opero in tutta la regione. Mi sono cacciato  in una situazione apparentemente “allegra” magari lo è stato all’inizio, ma oggi non è cosi. Due donne,  sposate, mie clienti che gestiscono entrambe un alimentare in due paesi confinanti della provincia di Catanzaro, si sono invaghite di me. Per un paio di mesi tutto è andato liscio e in giorni diversi le due donne venivano a Catanzaro per trascorrere insieme ore di fuoco. L’altro giorno una delle due, la più giovane, dopo ore di passione mi ha confessato che il marito sospetta la nostra tresca e che mi aspetta al varco. Ho preso informazioni sull’uomo tradito dalla moglie: è un attaccabrighe e anche violento. Ho veramente timore di andare a visitare i clienti del suo paese. Che faccio? Grazie per il consiglio che mi darai. Filippo.

.................................................................................................................................................................................................................................................................................................

Storia boccaccesca la tua, caro Filippo, sempre che non sia inventata. Cioè che non sia un “film” tutto tuo. Se è reale l’hai combinata grossa. Specie se anche il marito dell’altra cliente dovesse scoprire che l’elegante e ciarliero rappresentante dal quale si fornisce di pasta e altri generi se la spassa con la sua matura mogliettina. Resteresti stretto fra una morsa di due mariti con il dente avvelenato e potrebbero anche morderti. Corri un brutto rischio, insomma. Fatti traferire subito in altra regione dal tuo datore di lavoro e confidati con lui. Io più di tanto non posso dirti. Ciao, Valentina