La riflessione di Natale Viscomi sul 71esimo Congresso astronautico internazionale

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images La riflessione di Natale Viscomi sul 71esimo Congresso astronautico internazionale
Natale Viscomi
  12 ottobre 2020 22:54

di NATALE VISCOMI 

La vita dell’astronautica federazione internazionale è al suo 71° congresso mondiale, la sua cooperazione internazionale intesa il primo giorno ha inteso vivere i suoi programmi spaziali futuri come approccio alle missioni future su Marte e sullo sviluppo umano e dello spazio.

Le missioni che hanno avuto successo nello spazio dalla Russia alla Cina alla NASA che esplora il suo cambio spaziale con le nuove vite esplorative che portano alla conoscenza della futura apertura sullo spazio di nuove realtà spaziali internazionali, che lottano alla pari nella ricerca e nella vita conoscitiva della dinamica che porterà nel 2032 l’uomo alle vicinanze di Marte come conquista e come futuro approccio alla trasmissione di campi di sopravvivenza lunare degli uomini che amano portare la vita in altri pianeti come la Luna e a vivere il passaggio di uomini al messaggio interplanetario che avrà questo millennio.

Sicuramente in questo secolo spaziale la robotica e la dinamica di trasportare mezzi sicuri su altri pianeti, suggerisce che l’uomo si sta trasportando le sue energie non solo fuori dalle nazioni circostanti alla scienza della vita, ma sopravvivere per molto tempo fuori dall’atmosfera, ci saranno due giorni che ci diranno quanto le nazioni, Russia India e America diranno si alla sicurezza nello spazio, nel tempo futuro che verrà.

VivO il successo della interpretazione scientifica come scrittore con le sue estensioni spaziali il consenso ricevuto dalla ricerca e della scienza il Professore Julio Gonzales-Saenz Program manager Seanasol Research (United Kingdom). Mi rassicura il suo consenso, come il Prof di diritto aeronautica spaziale dell’università del Salvador Maria De Las Mercedes Esquivel de Cocca (Buenos Aires Argentina) il consenso della mia traduzione dove và l’uomo se non amiamo lo spazio, di aderenza internazionale.

Vi saluto alla prossima via che porta alla conclusione finale di questo congresso mondiale dove partecipo con onore e grazia a tutti. Grazie e alla prossima.