Mia mamma vorrebbe chiamarmi "lesbica"...

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Mia mamma vorrebbe chiamarmi "lesbica"...

  18 luglio 2019 17:33

Valentina, vienimi in aiuto se puoi. Figlia unica, 26 anni, vivo ancora in famiglia, con genitori e un fratello. Ho un rapporto conflittuale con mia madre: mi rinfaccia sempre di non innamorarmi di un ragazzo, ma di preferire invece sempre amiche. Non me lo dice chiaramente, ma mi vorrebbe chiamare lesbica. In effetti lo sono e non me ne vergogno. Si, ho una bella relazione con una mia collega di lavoro. Forse decideremo, dopo le vacanze, di convivere. Ci amiamo, ma voglio anche tanto bene a mia madre, mio padre e mio fratello, che “sospetta” del mio orientamento sessuale e, però, lo rispetta, anche se non approverebbe la mia scelta ufficiale di convivere con Stellina. Cosa posso fare? Andrea o meglio Andreina.

Cara Andrea, secondo me devi andare tranquilla per la tua strada, fare le tue scelte. Ma non essere precipitosa e rifletti bene, benissimo, con senso di responsabilità e di concretezza su quel “ci amiamo”. Perché ami Stellina? Senti per lei qualcosa che va oltre la passione e il sesso? Cioè una condivisione di idee, valori, regole di convivenza? Fai bene a voler bene a tua madre -  mancherebbe altro! - e devi far di tutto per parlare con lei e spiegarle che essere lesbiche non è una  malattia e che l’amore fra due donne non è solo e soltanto quel che nell’immaginario collettivo viene rappresentato in chiave porno. Forse, e sottolineo forse, tua madre ha in mente e nel cuore il lato materiale di un rapporto sentimentale fra due donne. Falle capire, ad esempio, che due donne come te e Stellina sono capaci di desiderare, per amarla, di adottare una creatura di cui altre che non sono lesbiche hanno abbandonato, che siete capaci di ascoltare buona musica e inebriarvi solo di dolci sguardi, che siete in grado di essere oneste, ligie al dovere sul posto di lavoro, di stare in compagnia di chi ha orientamenti diversi dai vostri, che siete religiose (se lo siete, ovviamente) e osservate i comandamenti. Falle capire che fra due donne che si vogliono bene, si rispettano, si amano a tutto tondo, difficilmente può accadere quel che accade fra una coppia donna-uomo quando le cose non vanno più e accade l’irreparabile. Falle leggere qualche testo sul lesbismo inteso come desiderio di essere coppia.

Ciao Andreina e fammi sapere.