A due mesi dalla distruzione torna al suo posto la targa di Giuseppe Malacaria

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images A due mesi dalla distruzione torna al suo posto la targa di Giuseppe Malacaria

  04 maggio 2022 22:46

di FRANCESCO IULIANO

E’ tornata al suo posto la targa intitolata a Giuseppe Malacaria, l'operaio socialista ucciso, il 4 febbraio 1971, dall’esplosione di una bomba lanciata nel corso di una manifestazione antifascista.

Banner

Come si ricorderà, la targa fu danneggiata da un teppista, nella notte tra venerdì 4 e sabato 5 marzo scorso.

Banner

Subito dopo la distruzione, il sindaco Sergio Abramo aveva proposto di farne realizzare una tutta nuova a spese dell’Amministrazione comunale. Un invito non accolto dal comitato organizzatore che ha voluto ricostruire la targa recuperandone i pezzi. 

Banner

Una ricostruzione realizzata, a titolo gratuito, da Francesco Signorelli, titolare della Signorelli marmi Srl di Girifalco.

Questa sera la lastra di marmo, seppure con qualche cicatrice, è stata restituita alla città nel corso di una breve cerimonia organizzata nella piazzetta della Libertà su Corso Mazzini.

“E’ importante per noi ma anche per la città - ha commentato l’ex consigliere comunale Eugenio Occhini, tra i promotori dell’iniziativa - ricollocare al suo posto la targa originale dedicata a Giuseppe Malacaria. E’ un dovere che abbiamo per onorare la memoria di un militante antifascista che ha pagato con la vita il suo amore per la libertà. Una targa dal grande valore morale esattamente come quella che a Milano ricorda il ferroviere anarchico Giuseppe Pinelli, morto in questura durante l'interrogatorio per la strage di piazza Fontana”. 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner