Carabinieri sequestrano immobile a Scalea: un arresto per riciclaggio

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Carabinieri sequestrano immobile a Scalea: un arresto per riciclaggio
comando prov.le carabinieri cosenza
  07 agosto 2019 15:04

SCALEA (COSENZA)- I carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Cosenza e della Compagnia di Scalea hanno notificato un provvedimento cautelare in carcere a P.M., di 40 anni, di Napoli, già detenuto per altra causa con l'accusa di intestazione fittizia di beni. Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Paola, Maria Grazia Elia, su richiesta del Procuratore Pierpaolo Bruni e del sostituto Rossana Esposito. Il quarantenne, secondo l'accusa, si sarebbe reso responsabile dell'intestazione di un immobile ubicato a Scalea, per il quale, contestualmente, è stato disposto il sequestro preventivo ai fini di confisca.
Le indagini hanno permesso di evidenziare come P.M. avesse, in modo fittizio attribuito a una donna, residente a Scalea, estranea sia dal suo contesto criminale che da quello familiare, la proprietà di un immobile acquistato con i proventi del narcotraffico svolto dall'uomo e riciclati attraverso l'investimento immobiliare. Sia la donna "proprietaria" dell'immobile sia una terza persona sono ritenuti responsabili di "riciclaggio" sebbene non destinatari di provvedimento cautelare. Per l'immobile è stato disposto il sequestro preventivo ai fini della confisca.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner