Catanzaro, vincoli Pai e Pac: il consigliere comunale Ursino (Catanzaro da vivere) chiede tavolo di concertazione con la Regione

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, vincoli Pai e Pac: il consigliere comunale Ursino (Catanzaro da vivere) chiede tavolo di concertazione con la Regione
Antonio Ursino
  29 settembre 2021 15:18

“È necessario che Comune e Regione istituiscano un tavolo di concertazione finalizzato ad alleggerire i vincoli ambientali regionali Pai e Pac che bloccano gli interventi di ristrutturazione sulle abitazioni private situate nelle vicinanze di mare, fiumi o torrenti". Così in una dichiarazione del consigliere comunale Antonio Ursino (Catanzaro da vivere).

"Non è certo mia intenzione promuovere un “liberi tutti” - prosegue - che avrebbe effetti ovviamente negativi sulla tutela dell’ambiente e anche in termini di sicurezza della popolazione, ma credo sia arrivato il momento di realizzare un’operazione di razionalizzazione di questi vincoli che risultano, ormai, anacronistici e generalizzati. Facendo un esempio concreto, a causa dei vincoli Pai e Pac un proprietario di abitazione situata al quarto e ultimo piano di un edificio vicino al mare o a un fiume non può ristrutturare il suo soffitto anche se ha gravi infiltrazioni d’acqua dal tetto. Mi pare si tratti del classico esempio di burocrazia asfissiante che frustra le legittime prerogative dei privati e mette un tappo anche all’economia del territorio, considerando come aspetti del genere, purtroppo all’ordine del giorno, frenino le imprese".

Banner

"Ribadendo che il mio non è un invito al “liberi tutti”, perché è giusto che in certi casi i vincoli Pai e Pac rimangano stringenti in quanto fondamentali per la sicurezza e l’incolumità di tutti, - conclude - ritengo anche molto importante che le istituzioni preposte, vale a dire il Comune che sovrintende al proprio territorio e la Regione che è titolare di questi vincoli, si incontrino in modo ufficiale per rivisitare i limiti di Pai e Pac. Così facendo si darebbe un segnale concreto di modernizzazione che possiamo definire europea”.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner