Fede&culti. Diocesi di Catanzaro-Squillace, mons. Panzetta ha avviato a Davoli Marina la fase diocesana del Sinodo

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Fede&culti. Diocesi di Catanzaro-Squillace, mons. Panzetta ha avviato a Davoli Marina la fase diocesana del Sinodo

  20 novembre 2021 10:45

di MARIO ARCURI

L' Amministratore Apostolico della diocesi di Catanzaro-Squillace monsignor Angelo Raffaele Panzetta ha avviato oggi a Davoli Marina la fase diocesana del Sinodo. Un Sinodo sulla "sinodalità" voluto fortemente da Papa Francesco. Un Sinodo particolarmente innovativo che coinvolge tutti i battezzati attraverso l'ascolto che è il metodo per eccellenza del processo sinodale.

Banner

La fase diocesana del Sinodo è caratterizzata dalla consultazione di tutto il popolo di Dio, con un'attenzione particolare alle persone che corrono il rischio di rimanere escluse. Nell'incontro di Davoli monsignor Panzetta ha esortato presbiteri e diaconi a essere innanzi tutto "uomini di comunione,  provando a servire comunità che camminano insieme.

Banner

 Un clero che, su tutti, deve essere araldo di rinnovamento, innovando  per aiutare le comunità a riconoscere il novum di Dio, essere persone che sanno riconoscere la voce dello spirito".

Banner

"Non c'è sinodalità - ha detto Panzetta- senza preghiera. Occorre accompagnare con stile sinodale, da testimoni e da educatori. Innanzi tutto sensibilizzando: il percorso sinodale deve raggiungere il maggior numero di persone in particolare i poveri. È necessario incontrare per essere diffusore di questa  chance unica per la Chiesa italiana. Nelle parrocchie, in questa prima fase, il Sinodo può essere occasione  per visitare le famiglie, invitandole a partecipare al percorso sinodale che deve caratterizzarsi per la creatività ".

La commissione per il Sinodo, istituita da Monsignor Panzetta , per questa fase diocesana ha anche fissato i tempi di realizzazione. I mesi di novembre e dicembre è quella della informazione e formazione dei facilitatori dei gruppi; in gennaio è prevista la consultazione parrocchiale, quindi la sintesi parrocchiale e per fine aprile la consegna della sintesi diocesana.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner