Incendio al Bar San Rocco di Girifalco. Il proprietario, Pietro Chiaravalloti: “18 anni fa accadde la stessa cosa”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Incendio al Bar San Rocco di Girifalco. Il proprietario, Pietro Chiaravalloti: “18 anni fa accadde la stessa cosa”

  22 dicembre 2020 09:29

di MASSIMO PINNA

Un presagio sinistro. Il Bar San Rocco, a Girifalco, semidistrutto dalle fiamme. Lo storico bar nel centro storico di Girifalco, proprio di fronte alla chiesa del Santo Patrono di Girifalco, e che prende il nome, appunto, di San Rocco, è stato parzialmente ridotto in cenere dalle fiamme.

Banner

LEGGI ANCHE QUI Bar in fiamme a Girifalco, distrutta la veranda e i tavolini: non si esclude l'incendio doloso

Banner

In particolare la parte esterna, fatta di legno e materiale facilmente infiammabile. Il rogo, le cui cause sono in corso di accertamento, ha poi sostanzialmente salvato la parte interna, protetta per fortuna dai serramenti di metallo. Probabilmente, il fuoco ha mandato in fumo i tavoli e le sedie ubicate fuori, oltre alla protezione esterna di materiale plastico, verso le 2 di stanotte.

Banner

Avvisati, i Carabinieri hanno poi informato il proprietario, dopo circa un’ora, le 3.  Sul fatto, naturalmente, stanno indagando i militari dell’Arma dei Carabinieri, stazione e Compagnia. Come detto nessuna ipotesi esclusa. Ma, quando mancano pochi giorni a questo strano Natale, la memoria ritorna indietro. Alla notte del 28 gennaio 2003, quando, sempre il bar San Rocco e il suo storico proprietario, Pietro Chiaravalloti, furono interessati dallo stesso tipo di incendio. Che mandò in fumo la parte esterna del locale. Dopo quasi 18 anni, ci risiamo. Per ragioni sconosciute al signor Pietro, un 62 enne tranquillo e in buoni rapporti con tutti. Avventori e non. Il classico barman sempre con il sorriso accogliente. E in attesa di capire se possa essersi trattato di un incidente, è lo stesso proprietario che ricorda quella notte di 18 anni fa.

Signor Pietro, un brutto risveglio oggi.

“Si, sono stato avvisato stanotte, ancora non ci credo”.

Si è fatta qualche idea sull’accaduto?

“Non ho idea di come possa essere successo”.

Nell’ipotesi che potrebbe trattarsi di un fatto doloso, come se lo spiega?

“Sono tranquillo, non ho nemici, non ho ricevuto minacce di alcun tipo”

Ma è la prima volta che succede?

“No, praticamente lo stesso tipo di incendio ha interessato il mio locale già nel passato. Era sempre una notte di inverno, esattamente tra il 27 e il 28 gennaio del 2003, quasi 18 anni fa”.

Due incendi, dunque, a grande distanza di tempo. Ma sempre di inverno e sempre in piazza San Rocco. In attesa delle risultanze investigative, la domanda sorge spontanea. Solo coincidenze?

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner