Parco Romani, Triffiletti boccia la politica: «Si rispettino le famiglie»

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Parco Romani, Triffiletti boccia la politica: «Si rispettino le famiglie»
Antonio Triffiletti
  22 luglio 2019 18:27

“Bisogna smettere di fare campagna elettorale sulla vicenda Parco Romani e sulle spalle di 150 famiglie che avevano investito i propri risparmi su un progetto di vita fallito per colpa di tutta la classe politica catanzarese. È un messaggio che oggi, a distanza di decenni dall’inizio di questa drammatica pagina di storia della città, è necessario ribadire».
 
A dirlo è il consigliere comunale del capoluogo di regione Antonio Triffiletti che non nasconde di essere parte interessata nella vicenda, mas spiega: «La triste storia di Parco Romani rappresenta il frutto di scelte scellerate che si sono susseguite da una amministrazione all’altra interessando sia Olivo che Abramo. Chi oggi, mentre ancora non si è fatta totalmente luce sulle responsabilità, si erge a censore puntando il dito contro propri predecessori o avversari politici sbaglia mira pensando così di ripulire, agli occhi della cittadinanza, la propria coscienza. Alle parole sarebbe meglio preferire il silenzio e il rispetto verso tutti coloro che da questa vicenda hanno solo subito un grave torto ed un danno economico che ha mandato in rovina intere famiglie».
Ed ecco il consiglio: «Sarebbe, perciò, preferibile tornare a parlare di Parco Romani con toni diversi, privilegiando la ricerca di possibili soluzioni che possano in qualche modo riparare i danni arrecati dalla politica catanzarese di centrodestra e di centrosinistra. E’ solo questa la speranza rimasta in coloro che da vittime, dopo i tanti sacrifici fatti, mai si sarebbero aspettati negli anni a seguire di assistere ad un teatrino politico tutto a loro discapito». 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner