La riflessione. Felice Caristo: "Bisogna finalizzare l’uso delle risorse: non sono illimitate"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images La riflessione. Felice Caristo: "Bisogna finalizzare l’uso delle risorse: non sono illimitate"
Felice Caristo
  17 ottobre 2020 11:29

di FELICE CARISTO

Sino al 31 dicembre si prevede che la cassa integrazione sarà retroattiva anche sé la manovra entrerà in vigore il 1 Gennaio 2021, quindi saranno coperte le settimane successive a metà Novembre che il Decreto Agosto lascerebbe scoperte. Il Fondo d’integrazione salariale ha mitigato l’impatto della crisi sul numero di occupati.

Il nodo delicato è rappresentato dalla fine del blocco dei licenziamenti nodo molto delicato. In vigore dal 23 Febbraio, scadrà il 31 Dicembre e non verrà prorogato ( ad eccezione per chi utilizza la cassa integrazione).

Il Decreto Agosto ha introdotto una diversificazione graduale diversificando il blocco, disinnescando in casi specifici (incentivi all’esodo, fallimenti, cessazioni di attività).Ci sono molte indiscrezioni nel capitolo lavoro probabilmente confluirebbero i 5 miliardi delle casse, e i 4,8 milardi di decontribuzione per le assunzioni delle imprese nel Sud e 600 milioni di euro per chi assume giovani sotto i 35 anni.

Si prevede da qui a Natale una riduzione dei Consumi che si attesta intorno ai 270 miliardi di euro.

Il punto decisivo che gli aiuti arrivino in maniera istantanea, pubblici esercizi, Bar, Ristoranti, Pub, Negozi, Alberghi, così come i parrucchieri e centri estetici sono attività che producono ricchezza migliorando la qualità della vita dei cittadini e rendono più sicure le Città.

Bisogna finanziare l’aiuto diversificandolo per settori, per aree geografiche e per livelli occupazionali, senza interventi a pioggia indiscriminati che, rischiano di lasciare tutti insoddisfatti, senza concentrare la massa critica delle risorse, nei settori che realmente creano ricchezza e aumento dei livelli occupazionali.