Regione, per servizio idrico 2,2 miliardi in 30 anni

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Regione, per servizio idrico 2,2 miliardi in 30 anni
Bruno Gualtieri
  29 maggio 2024 13:57

Una programmazione trentennale, con un investimento complessivo di oltre 2,2miliardi. La riforma dell’idrico in Calabria si concretizza con l’approvazione dell’aggiornamento del Piano d’ambito, presentato nella sede della Regione a Catanzaro in un incontro al quale ha partecipato il presidente della Giunta, Roberto Occhiuto.
   

“Si tratta – dice Occhiuto – di un passo importante. Ricordo le polemiche quando portai in Consiglio la riforma del sistema idrico con la minoranza che abbandonò l'aula, i sindaci che protestavano. Eppure oggi – sostiene il presidente della Regione - questa riforma ha avuto i complimenti della Commissione europea che l'ha giudicata molto positiva, ha avuto l'apprezzamento di Arera, segnalando la Calabria come un caso virtuoso, cosa mai successa. Col piano d'ambito - specifica poi Occhiuto - noi sblocchiamo le risorse comunitarie circa 140 milioni di euro, candidiamo il sistema dell'idrico a utilizzare anche altre risorse, come i 20 milioni dal Pnrr, potremmo attivare percorsi di finanziamento attraverso la Banca europea degli investimenti. Il piano d'ambito andava fatto 30 anni fa, non è una cosa straordinaria, è straordinario che in pochissimo tempo si sia colmato il ritardo trentennale”. 

Banner

   A sua volta, il commissario di Arrical, Bruno Gualtieri, evidenzia come l’aggiornamento del Piano d’ambito “consentirà di mettere a terra le risorse comunitarie, prima completamente bloccate per via delle carenze dell’ex piano ma che ora si metteranno a regime. Gli investimenti saranno indirizzati nella depurazione e nella seconda fase più sul ciclo attivo, quindi sull'idrico, in modo da uscire dall'infrazione comunitaria che è il grande peso che l'Italia e la Calabria in particolare si portano dietro”. Infine, Giovanni Marati, diretto generale della Sorical, osserva che “il piano d'ambito è un momento importante perché significa avere uno strumento di programmazione trentennale delle attività che dovranno essere necessarie per migliorare i livelli di servizio di questa regione”.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner