Rifiuti a viale Isonzo, programma straordinario di raccolta

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Rifiuti a viale Isonzo, programma straordinario di raccolta
Domenico Cavallaro
  10 luglio 2019 16:43

Dopodomani sarà effettuato un intervento straordinario di pulizia su viale Isonzo e, contestualmente, è stato raddoppiato, nei mesi di luglio e agosto, il turno di raccolta del secco residuo nella stessa area per tamponare le problematiche di carattere igienico-sanitarie conseguenti a un non corretto conferimento dei rifiuti.

A comunicarlo è l’assessore all’Ambiente Domenico Cavallaro specificando che la decisione, condivisa con il sindaco Abramo e la Si.Eco, è stata assunta a seguito di un incontro con alcuni residenti del quartiere. «Le criticità che si registrano periodicamente in viale Isonzo riguardo all’accumulo di rifiuti lungo la strada – hanno detto Abramo e Cavallaro – sono causate, come denunciato tante volte, dal fatto che una parte dei residenti non segue il calendario di raccolta e non rispetta le regole della differenziata. Nel colloquio avuto con un gruppo di cittadini, gli stessi hanno segnalato il proprio disappunto rendendosi disponibili a collaborare per garantire un corretto conferimento».

Banner

e CavallaL’amministrazione, ad ogni modo, non ha voluto far mancare il proprio impegno, al fine di scongiurare ulteriori criticità dal punto di vista ambientale. È stato, quindi, disposto che per il solo periodo estivo, a luglio e agosto, la raccolta del secco residuo in viale Isonzo oltre al martedì, giorno fissato dal calendario di raccolta, sarà effettuata anche al venerdì, a partire già dal prossimo 12 luglio. Uno sforzo, sostenuto dall’amministrazione comunale, che comunque avrà delle ripercussioni negative in termini di percentuale della differenziata e oneri per le casse comunali, ma che è necessario affrontare per salvaguardare l’igiene pubblica. Auspichiamo, perciò, che dai residenti possa arrivare la massima collaborazione nel fare la differenziata in modo corretto e rispettare l’ambiente».

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner