Calci e pugni alla compagna anche quando era incinta: disposto il divieto di avvicinamento per un 30enne a Crotone

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Calci e pugni alla compagna anche quando era incinta: disposto il divieto di avvicinamento per un 30enne a Crotone

  14 febbraio 2020 19:25

Nella giornata di San Valentino, contestualmente alle iniziative organizzate dalla Questura di Crotone, con l’evento “Questo non è amore”, per una maggiore consapevolezza della violenza di genere, gli uomini della Polizia di Stato hanno eseguito una misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa nei confronti di P.A., giovane crotonese classe 1990.

 I reati contestati sono maltrattamenti in famiglia e lesioni personali ai danni della compagna, per episodi che duravano ormai da Agosto scorso.

 In particolare, l’indagato ha in più occasioni aggredito la sua compagna con calci e pugni, non esitando ad usare violenza anche durante la gravidanza della sua compagna.

 Il costante lavoro degli uomini dell’U.P.G.S.P. e la celerità nelle attività investigative ha consentito al GIP del Tribunale di Crotone di emettere un’ordinanza di misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa, impedendo che questa situazione di continue violenze potesse andare avanti.

 Prosegue, dunque, incessantemente il lavoro della Polizia di Stato a tutela delle fasce deboli.