A "Chi l'ha visto?" la scomparsa della ginecologa Sara Pedri, ex specializzanda al Policlinico di Catanzaro

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images A "Chi l'ha visto?" la scomparsa della ginecologa Sara Pedri, ex specializzanda al Policlinico di Catanzaro
Una foto di Sara Pedri a Chi l'ha visto?
  09 giugno 2021 22:45

di STEFANIA PAPALEO

Sara Pedri, suicida o scomparsa? Approda a "Chi l'ha visto?" il caso della ginecologa di 31 anni, originaria di Forlì, di cui non si hanno più notizie dal 4 giugno scorso. Dal Sud al Nord dell'Italia, dalla Calabria al Trentino, per cercare quel contratto a tempo indeterminato che l'Università Magna Graecia di Catanzaro non le garantiva.

Banner

Così, bagagli alle mani, Sara aveva lasciato il capoluogo calabrese dove aveva trovato la sua dimensione personale e professionale, per raggiungere l'ospedale di Cles, dove i suoi sogni si sarebbero infranti contro un atteggiamento a lei ostile da parte di colleghi e superiori che l'avrebbero sempre di più relegata in un angolo, quasi a farla sentire incapace a tenere un bisturi in mano. Questo avrebbe raccontato Sara nel corso di uno dei tanti sfoghi raccolti da amici e familiari, che adesso la cercano disperatamente, affidando l'ennesimo appello alla trasmissione di Rai 3 condotta da Federica Sciarelli.

Banner

Ma a parlare di una Sara diversa, di una Sara determinata, brillante e capace, è stata la professoressa di ginecologia universitaria di Catanzaro, Simona Venturelli, che l'ha affiancata durante la specializzazione presso il Policlinico di Catanzaro, fino a quando il mancato rinnovo del contratto l'aveva indotta a cercare altrove il suo futuro. Invece, di Sara, ad oggi, resta solo l'auto trovata dai carabinieri in località Mostizzolo, nel Comune di Cis, al confine con quello di Cles, nel Trentino, e il cellulare su sedile.

Banner

Un appello è stato lanciato anche da Tiziano Anfosso, specialista in Ginecologia e Ostetricia sempre a Catanzaro, e da tutti gli altri colleghi e amici di cui Sara aveva conquistato il cuore nella sua parentesi calabrese e che non si daranno pace fino a quando non  verrà fuori la verità sulla scomparsa della donna.

LEGGI QUI. Anche da Catanzaro l'appello per ritrovare Sara Pedri, la ginecologa scomparsa il 4 marzo in Trentino

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner