Amo il mio mare, due giornate ecologiche per Cropani

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Amo il mio mare, due giornate ecologiche per Cropani

  10 giugno 2019 15:23

di FRANCESCA FROIO

Si è conclusa nei giorni scorsi l’iniziativa “ amo il mio mare”, promossa dalle associazioni Eutenia e BeGov, con la partecipazione di WWF Calabria, Legambiente Calabria,  Lilt Catanzaro e ComitatoAmbienteTerritorio.
Due le giornate ecologiche che si sono susseguite con successo, la prima interamente dedicata ai giovanissimi studenti della cittadina, che, oltre a contribuire fattivamente alla pulizia della spiaggia, hanno avuto modo di apprendere l’importanza della Foce del Crocchio, del rispetto dell’ambiente e della tutela dell’area SIC, dove nidifica la tartaruga Caretta Caretta.
Interamente dedicata alla raccolta dei rifiuti sulla spiaggia, invece, la seconda giornata, alla quale hanno preso parte tantissime associazioni del territorio e moltissimi cittadini, numerosi anche gli sponsor locali che hanno sostenuto con i propri contributi la lodevole iniziativa.
Presente per l’occasione anche la dottoressa  Valentina Mazza, presidente WWF Provincia di Catanzaro, che ha dichiarato «Siamo stati lieti di constatare che la bellissima spiaggia di Cropani è risultata pulita, sicuramente complice anche l'ottimo lavoro svolto dai volontari già a partire dal giorno precedente,  purtroppo, tuttavia, avvicinandosi all'area protetta alla foce del Crocchio, un Sito di Interesse Comunitario (S.I.C.), che ci si aspetterebbe essere mantenuta come un gioiello, la spiaggia è risultata invece deludentemente sporca e trascurata».
«Situazione, questa, che, a maggior ragione in un'area protetta di tale bellezza, non può essere accettata». «Un tratto di costa tanto meraviglioso, dove, con un po' di impegno da parte dei cittadini e delle amministrazioni, sarebbe ancora possibile salvaguardare specie importanti, merita di essere protetto con impegno e non di essere trattato come una discarica a cielo aperto» ha aggiunto  Mazza, sottolineando «Noi non vogliamo che ciò accada e ci impegneremo in tal senso, ma per evitarlo occorre in primis l'interesse e l'impegno dei cittadini, così che si possano mobilitare le amministrazioni competenti. Non basta infatti l'azione sporadica di tante persone sensibili alla tutela di tale patrimonio naturale, ma occorre prima di tutto sviluppare la coscienza del rispetto del bene comune, specialmente laddove sia mantenuto da delicati equilibri». L’iniziativa si è conclusa con l’impegno dei presenti a garantire un seguito sempre più concreto.
Una festa della Repubblica speciale dunque, dedicata alla tutela dell’ambiente, al futuro e alla collaborazione, per il bene del territorio e di tutti gli esseri che vivono in esso.
Durante la manifestazione sono stati distribuiti gadget, matite ecologiche e piantine.

Banner

 

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner