Anpi, una mostra per dire no al razzismo

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Anpi, una mostra per dire no al razzismo

  14 giugno 2019 11:48

di FRANCESCA FROIO

Arte migrante il nome scelto da Anpi per la mostra che, giorno 18 giugno presso il caffè delle arti di Catanzaro, vedrà numerosi artisti, migranti e locali, uniti per dire no al razzismo attraverso opere realizzate appositamente per l’occasione.

Banner

Un incontro tra culture diverse mirato a riaffermare i valori dell’umanità e della solidarietà, questo il senso dell’iniziativa alla quale hanno aderito l’accademia di Belle Arti, Libera, Cgil, Uisp, libreria Ubik, libreria Punto e a Capo, l’Associazione Kethane.

"L’obiettivo è quello di allontanare, attraverso il linguaggio universale dell’arte, pregiudizi, intolleranza, xenofobia e razzismo" ha sottolineato Mario Vallone, presidente provinciale Anpi.

Banner

"Negli ultimi anni il tema dell’immigrazione è stato utilizzato in modo distorto. Si può scegliere di continuare a parlarne in modo scellerato, spingendo l’opinione pubblica verso il cinismo e il rancore nei confronti di chi scappa per fame, guerre e cambiamenti climatici disastrosi, oppure con l’idea nobile dell’accoglienza, dell’umanità, dell’integrazione. Tra mille difficoltà è questa seconda via che noi preferiamo".

Durante l’iniziativa, che avrà inizio alle ore 17:30 con l’esposizione delle varie opere, si susseguiranno performance e contributi artistici, ad intervenire saranno, inoltre, il presidente provinciale dell’Anpi Mario Vallone, il professor Vittorio Politano direttore dell’accademia di Belle Arti, ed il dott. Vitaliano Fulciniti, precedentemente direttore del regionale Hub di Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner