Antonio Campanella (Rifondazione comunista) chiede alla Regione più attenzione verso le biblioteche

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Antonio Campanella (Rifondazione comunista) chiede alla Regione più attenzione verso le biblioteche
Antonio Campanella, responsabile settore “Lavoro” per il partito Rifondazione comunista Calabria
  17 giugno 2021 19:28

Antonio Campanella, responsabile  settore “Lavoro” per il partito Rifondazione comunista  Calabria, interviene sulla questione della gestione delle biblioteche comunali da parte dell’ente Regione, a suo dire poco attenta alle realtà locali. Così rivolge quesiti e lancia strali all’indirizzo dell’ente sovracomunale.

"Qualche settimana fa, - dichiara Campanella - il nostro partito teneva un seminario interattivo dal titolo “Lavoro e cultura”, coinvolgendo lavoratori e lavoratrici del mondo della cultura. Tra i settori rappresentati, c’era quello delle biblioteche. Ed è su questo che vorrei concentrarmi, parlando dell’ultimo bando regionale relativo ad esso e che risale a un anno e mezzo fa. Si sa qualcosa circa l’approvazione dei progetti riguardanti, tra gli altri, digitalizzazione e accrescimento del patrimonio librario? Tanti enti stanno ancora aspettando la fine di questo iter infinito. Oltre a richiedere, naturalmente, una netta accelerazione in tal senso, bisognerebbe rivendicare a gran voce risorse annuali dedicate per supportare adeguatamente il sistema bibliotecario. Tante risorse giungeranno dall’Europa per quanto riguarda la cultura ed essa deve essere un pilastro di ripartenza e sviluppo. Quale indirizzo intende perseguire la nostra Regione. E soprattutto, bisogna tornare a dare centralità e dignità ad una figura di lavoratore e professionista trascurata, quella del bibliotecario, e in tal senso prevedere concorsi e assunzioni. Le biblioteche che come tanti altri luoghi sono rimaste chiuse durante la pandemia, devono tornare ad essere luogo di promozione culturale e socializzazione".

Banner

Se da una parte esiste questa sottolineatura critica, nel frattempo il comune di Taverna su questo settore è attivo con programmi e progetti che hanno già finalizzato alcune iniziative quali l’ampliamento del catalogo della biblioteca comunale mediante l’acquisto di nuovi libri da destinare ad una nuova sezione sull’Arte in Calabria. Recupero del prezioso patrimonio librario pertinente l’antica biblioteca del frati domenicani di Taverna da realizzare mediante la nuova catalogazione dei volumi, la loro conservazione in appositi contenitori che ne permettano il successivo inserimento nell’ambito espositivo del Museo Civico; Continuazione del lavoro di catalogazione scientifica del patrimonio documentale esistente negli archivi comunali e in maniera specifica del Museo Civico.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner