Ballottaggi 2019, Alle 12 affluenza in calo nei quattro comuni calabresi chiamati al voto

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Ballottaggi 2019, Alle 12 affluenza in calo nei quattro comuni calabresi chiamati al voto

  09 giugno 2019 15:39

Sono quattro i comuni calabresi chiamati al ballottaggio dopo il primo turno del 26 maggio. Alle 12 l’affluenza media è minore rispetto a quella registrata al primo turno. Il dato dei votanti diffuso dal ministero dell’Interno è del 15,54% contro il 17,92% di due settimane fa. A Corigliano Rossano la flessione maggiore: 14,07% contro 18,26% del primo turno. A Rende l’affluenza è stata del 17,98% (20,88% due settimane fa), a Montalto Uffugo si è arrivati al 17,08% (18,50% al primo turno). Infine, a metà giornata, a Gioia Tauro ai seggi hanno votato il 15,08% degli aventi diritto (15,34% al primo turno).

LE SFIDE

Banner

A Corigliano Rossano si eleggerà il primo sindaco post fusione. La sfida, nel terzo comune più popoloso della Calabria, è fra Flavio Stasi, che raggruppa una serie di liste civiche, e l’ex consigliere regionale Giuseppe Graziano. Due settimane fa Stasi aveva ottenuto il 40,77% delle preferenze contro il 31,14% di Graziano. A Rende si profila un duello all’ultimo voto fra il sindaco uscente Marcello Manna, che parte dal 31,46% del primo turno, e Sandro Principe, arrivato al 26,48% due settimane fa. Altra città del cosentino per cui è necessario il secondo turno è Montalto Uffugo. Qui la partita è fra Pietro Caracciolo, vicino al successo il 26 maggio con il suo 49,17%, e Ugo Gravina, fermatosi invece al 31,18%. A Gioia Tauro si contendono la fascia tricolore Aldo Alessio (al 44,71% al primo turno) e Raffaele D’Agostino (al 24,53%).

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner