Casadonte nella commissione Cinema del Mibact. Polimeni: "Premiato un grande professionista"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Casadonte nella commissione Cinema del Mibact. Polimeni: "Premiato un grande professionista"

  10 gennaio 2021 13:12

Di seguito il commento del presidente del Consiglio comunale di Catanzaro Marco Polimeni a seguito della nomina di Gianvito Casadonte nella commissione Cinema del Mibact.
 
"La recente nomina di Gianvito Casadonte a membro di una delle commissioni ministeriali straordinarie per il cinema e l'audiovisivo rappresenta l'ulteriore conferma della qualità umana e professionale di un professionista che, nel corso degli anni, ha saputo portare in alto Catanzaro e la Calabria nel mondo della cultura. 
Quando, in veste di amministratori comunali, abbiamo tempo fa intrapreso con lui un percorso di collaborazione che ha portato a consacrare il Magna Graecia Film Festival di Catanzaro tra gli eventi più importanti a livello nazionala e a fare del teatro Politeama un riferimento per tutto il Sud, sapevamo che l'unica bussola da seguire fosse quella del merito. Il tempo ci ha dato ragione: l’amico Casadonte, da quel momento in poi, ha collezionato incarichi di prestigio nel mondo dello spettacolo, della tv, del cinema. Conduttore di programma Rai, direttore artistico del festival del cinema di Taormina, responsabile per il cinema della Calabria Film Commission, scelto dal grande Giovanni Minoli, e ora la commissione Mibact. Casadonte è un figlio della nostra terra che, pur rimanendo legato a doppio mandato alle proprie radici, continua a dare lustro a tutti noi con la sua opera meritoria, contribuendo a promuovere l'immagine positiva della Calabria e a ribaltare la narrazione che per troppo tempo ha impedito alla nostra regione di spiccare il volo. Congratulazioni a Gianvito, questo é l'esempio concreto delle scelte che la politica deve fare a tutti i livelli, animata da quel principio che, nel nostro caso, sempre e’ stato e sempre rimarrà il nostro faro: la meritocrazia".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner