Catanzaro, al Politeama il monologo "Fedra" interpretato da Isabella Ferrari

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, al Politeama il monologo "Fedra" interpretato da Isabella Ferrari

Nuovo appuntamento al Politeama di Catanzaro con il monologo "Fedra", rivisitazione del mito greco calato in un ambiente moderno.

  17 dicembre 2021 12:01

Di DOMENICO ROTELLA

Continua la stagione teatrale al Teatro Politeama di Catanzaro, portando sul palcoscenico una toccante e suggestiva reinterpretazione del mito greco di Fedra. Prodotto da AidaStudio, lo spettacolo "Fedra", un monologo interpretato da Isabella Ferrari, una rivisitazione dell'amore struggente tra la regina ateniese ed il personaggio Ippolito, figlio del marito della stessa Fedra nato da una relazione precedente, per la regia di Vittoria Bellingeri.

Banner

In questa nuova veste di monologo, con il testo firmato da Ghiannis Ritsos, la vicenda è calata in un ambiente più contemporaneo, la protagonista accenna spesso a lucernai, pacchetti di sigarette dove disegnare il corpo del suo innamorato, il tutto in un dialogo a senso unico che stupisce per l'intensità emotiva e regala immagini suggestive.

Banner

Banner

Isabella Ferrari regala alla platea del Politeama una performance struggente, in grado di evocare perfettamente le situazioni narrate dal monologo, nonostante l'assenza totale di qualsiasi elemento scenografico. Il tutto accompagnato dall'ipnotico violino di Georgia Privitera che crea un'atmosfera surreale, caricando di tensione all'evento.

Uno spettacolo dal testo molto psicologico, che illustra la follia della della protagonista per questo amore proibito, un amore che viene svelato agli spettatori a poco a poco. Ogni frase piazza un nuovo tassello per comprendere la vicenda e gli eventi che vengono narrati, un utilizzo delle maschere greche per parlare di democrazia, crisi sociali ed individuali.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner