Catanzaro. Dimissioni di Brutto, a febbraio il Codacons aveva chiesto l'accesso agli atti

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. Dimissioni di Brutto, a febbraio il Codacons aveva chiesto l'accesso agli atti
Francesco Di Lieto
  23 dicembre 2020 15:00

Aveva chiesto l'accesso agli atti. Era il 5 febbraio scorso quando Francesco Di Lieto presidente del Codacons Calabria sottolineando che “la procedura di decadenza era stata avviata - con incomprensibile ritardo - nei confronti del Consigliere Comunale Signor Tommaso Brutto" aveva chiesto  all’Amministrazione comunale di Catanzaro,  “copia  della richiesta di giustificazioni notificata al Consigliere Tommaso Brutto”  da parte dell’Ufficio di Presidenza nonché copia delle “giustificazioni” trasmesse dal medesimo consigliere comunale”.

E oggi, arrivano le dimissioni del consigliere Brutto. 

Banner

LEGGI ANCHE QUI. Catanzaro. Nuovo colpo di scena al Comune: si dimette Tommaso Brutto

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner