Catanzaro. La disperazione di un padre dietro l'irruzione in ospedale: "Non avete curato bene mio figlio"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. La disperazione di un padre dietro l'irruzione in ospedale: "Non avete curato bene  mio figlio"

  09 gennaio 2021 13:31

C’è la storia di un padre disperato e di un figlio con problemi di salute dietro l’episodio verificatosi stamattina all’ospedale “Pugliese Ciaccio” quando il genitore, armato di due asce, ha sfondato la vetrata dell’ingresso principale del nosocomio catanzarese.  

L’uomo, avrebbe accusato i sanitari catanzaresi di non aver curato bene il figlio. Il giovane, la  scorsa settimana era stato ricoverato in un ospedale del Cosentino per poi tornare a Catanzaro dove avrebbe ricominciato a star male.

Banner

 Da qui il suo sfogo prontamente fermato dai poliziotti del reparto prevenzione crimine di Vibo valentia.  

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner