Catanzaro. Mirabilia chiede ad Abramo e Cardamone la disponibilità dei sotterranei del San Giovanni per l'allestimento di eventi

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. Mirabilia chiede ad Abramo e Cardamone la disponibilità dei sotterranei del San Giovanni per l'allestimento di eventi
Gallerie del San Giovanni
  23 febbraio 2021 13:34

"E' noto che l’impegno di Mirabilia per la valorizzazione e promozione dell’Identità Storica della nostra Catanzaro, nonostante difficoltà e restrizioni di ogni genere, non è mai venuta meno. Certo, i fasti di un tempo sono, al momento, affidati solo ai ricordi, ma noi, finché saremo in vita, non disdegneremo mai l’ipotesi di riaccendere i riflettori, dare colori  e  riportare  in piazza la grande Storia di  Catanzaro. Oggi lavoriamo dietro la ribalta, senza rumore, per preparare un futuro che prima o poi verrà", così il presidente dell'associazione storica Mirabilia, Giovanni Matarese, in una lettera indirizzata al sindaco Sergio Abramo e all'assessore alla Cultura Ivan Cardamone.

"Alla base del nuovo programma c’è l’allestimento, sulla scorta dell’esperienza in corso con l’Infostoria Mirabilia, maturata in oltre dieci anni di presenza (dal 2007, di alcuni siti appositamente pensati per costituire forti attrazioni turistico- culturali sulla Storia di Catanzaro, e da cui comunque, muovere ogni prossimo evento Mirabilia. In riferimento a ciò abbiamo progettato una serie di eventi, autosostenuti e autofinanziati, da distribuire lungo l’arco di un’intera annata, che con cuore e cervello proprio nei Sotterranei del Castello - Gallerie San Giovanni, possano risvegliare e rinfrescare ogni interesse e curiosità verso il sito e, soprattutto, verso la Storia della Città". continua il presidente Matarese che, poi, illustra il programma: "Il programma prevede un mix sia di eventi animati con i personaggi storici di Mirabilia, sia una serie di esposizioni permanenti di testimonianze, originali o riprodotte, della nostra antica e illustre storia. In sintesi, prevediamo la realizzazione di un percorso dinamico attraverso cui effettuare un Viaggio nella storia mediante l’impiego di attrezzature specifiche, la ricostruzione di strutture e siti, tipo il Plastico del Castello attualmente esposto nell’Infostoria che sarebbe all’uopo trasferito, ma anche l’allestimento di alcune scene statiche con diorami in scala 1:1: l’esposizione di costumi, armi e armature medievali: l’utilizzo di pannelli didascalizzati: videoproiezioni animate e statiche. Ma pensiamo anche alla programmazione di incontri e dibattiti sulla Storia cittadina con la partecipazione di studiosi e appassionati: a esposizioni temporanee di oggetti e testimonianze custoditi da Collezionisti diversi che, già consultati, aderirebbero con entusiasmo: a una Fiera del Libro storico: a una Rassegna di Video e Corti a tema specifico. Abbiamo anche la disponibilità di un ristoratore cittadino  per l’apertura  periodica di un Centro Assaggi e degustazione caratterizzante la Cultura Gastronomica storica Calabrese. In ultimo, pensiamo anche all’allestimento di un laboratorio sperimentale per la produzione di altri plastici o testimonianze similari (oggi stiamo lavorando su un nuovo plastico con la cinta muraria medievale: su altri due con le antiche porte di Terra e di fare: su una riproduzione fedele del Telaio quattrocentesco della seta di Giovanni il Calabrese), che andrebbero ad arricchire ulteriormente il parco espositivo già presente".

Banner

Infine, il presidente conclude la lettera con una richiesta: "Ovviamente in questo periodo di sosta forzata ci concentreremmo sull’allestimento del tutto, per essere pronti, quando le condizioni generali lo consentiranno, e presentarci alla Città con dignità e rispetto. A tal proposito si chiede l’autorizzazione ad attivare i programmi su citati nei Sotterranei del Castello — Gallerie San Giovanni e poter disporre dell’utilizzo pieno degli stessi per tutto il periodo previsto. E’ logico che concorderemmo con codesta Amministrazione ogni necessario aspetto conseguente. Siamo perciò disponibili a uno specifico incontro per l’illustrazione articolata del programma e per ogni altro tipo di comunicazione ad esso inerente".

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner