Cimitero di via Paglia, lo sgombero del chiosco sbarca al Tar

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Cimitero di via Paglia, lo sgombero del chiosco sbarca al Tar
La sede del Tar Calabria
  17 luglio 2019 16:22

di ANTONELLA SCALZI

Cimitero di via Paglia, la battaglia per lo sgombero del chiosco si sposta al Tribunale amministrativo regionale. Il gestore del chiosco che insiste sul camposanto del capoluogo di regione non ci sta a veder morire la sua creatura. Di tutt’altro avviso il Comune che per il cimitero di via Paglia pretende il ripristino dello stato dei luoghi. A Palazzo de Nobili non c’è alcuna intenzione di fare un passo indietro rispetto a quell’ordinanza di sgombero emessa, dal settore Patrimonio, Provveditorato e Partecipate, il 5 giugno scorso.

Banner

Neanche un mese dalla decisione e il caso ha già preso la via del Tar con il gestore del chiosco che punta a ottenere, prima possibile, l’annullamento previa sospensiva della ordinanza. Sul fronte opposto il Comune che mira a chiudere la partita con ben altro risultato. L’unico punto che sembra mettere d’accordo i contendenti è la volontà di fare in fretta. Il ricorso,  in effetti, è scattato pochi giorni dopo l’ordinanza di sgombero e la Giunta targata Sergio Abramo non ci ha pensato due volte a rimarcare la sua posizione scegliendo la strada formale della costituzione contro un ricorso che persegue il preciso intendo di smontare le tesi del Comune. Nessun dietrofront, dunque. Sarà il Tar, quindi, a decidere mettendo comunque soltanto il primo paletto fermo a una vicenda che, salvo colpi di scena al momento davvero improbabili, si chiuderà al Consiglio di Stato.

Banner

Sì, perché, qualunque decisione assumerà, il Tar scontenterà uno dei due contendenti. Posizioni troppo diverse non ammettono che il gestore o il Comune possano arrendersi al primo step.  Ma intanto è questa la partita per cui il fischio è imminente. I reali tempi per la decisione definitiva sullo sgombero del chiosco del cimitero di via Paglia sono decisamente più lunghi.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner