Consiglio regionale, passa la legge che aumenta lo stipendio dei manager della sanità

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Consiglio regionale, passa la legge che aumenta lo stipendio dei manager della sanità

  29 luglio 2022 17:35

Passa la legge che aumenterà lo stipendio dei manager della sanità calabrese. Il Consiglio regionale ha dato il via libera al ritocco all'insù dei compensi dei direttori generali, direttori amministrativi e direttori sanitari delle Asp e delle aziende ospedaliere che costerà circa un milione di euro all'anno una volta a regime. La proposta è stata voluta dal centrodestra (LEGGI QUI I DETTAGLI) ed è stata difesa in Aula dallo stesso presidente della Regione Roberto Occhiuto. Lo stesso, da commissario alla sanità, ha ricordato la sentenza della Corte Costituzionale che riconosceva come per la Calabria dovessero arrivare i migliori per supportare, appunto, l'operato commissariale.

"E' tecnicamente ineccepibile. I direttori generali calabresi sono quelli peggio pagati in Italia", ha ricordato Occhiuto che poi ha svelato come l'impulso sia arrivato dal dipartimento della Salute che aveva raccolto le lamentele dei commissari sulle difficoltà di reclutare direttori amministrativi e sanitari poiché con uno stipendio inferiore "a un primario". Il compenso di queste due figure è all'80% del direttore generale. Dunque, l'aumento avrebbe un effetto a cascato sulle spettanze di questi ultimi. L'incremento, che avviene tramite l'eliminazione del taglio del 20% deciso tredici anni fa con il collegato alla manovra del 2009, partirà già da agosto quindi prima della scadenza degli attuali commissari straordinari, i cui contratti scadranno a novembre. 

Banner

Nonostante gli interventi contrari dell'opposizione (Alecci, Bevacqua, Bruni, Tavernise, Laghi, Lo Schiavo) e la difesa della maggioranza (Graziano e Loizzo), il provvedimento non è stato rinviato, come richiesto in apertura di discussione, ed è stato licenziato a maggioranza. (g.r.)

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner