Corbelli (Diritti civili) critica Spirlì: "Doveva avere più coraggio sulla chiusura delle scuole"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Corbelli (Diritti civili) critica Spirlì: "Doveva avere più coraggio sulla chiusura delle scuole"
Franco Corbelli a Tarsia
  28 marzo 2021 19:59

Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli,  critica, sulla pagina Fb di Diritti Civili, il presidente f.f. della Regione, Nino Spirlì, che accusa “di essere corresponsabile della drammatica situazione attuale del dilagare dei contagi, per non avere avuto il coraggio di continuare la sua iniziativa per la chiusura delle scuole anche dopo la prima ordinanza del Tar, un mese fa”.

“Caro Spirlì, hai ragione a dire, come hai fatto oggi, che la chiusura delle scuole, un mese fa, avrebbe evitato la zona rossa, ma se la situazione è oggi precipitata in questo modo , così drammatico, è anche colpa tua che non hai avuto coraggio e ti sei fermato davanti alla prima bocciatura del Tar! Bastava, un mese fa, come ti ho più volte chiesto, a nome di migliaia di genitori e insegnanti, venendo finanche da solo, per evitare assembramenti, a manifestare davanti alla Cittadella, reiterare l’ordinanza con una piccola modifica per poter chiudere le scuole! Avremmo evitato la zona rossa e migliaia di contagi (tra cui tantissimi, innocenti bambini!)”! Corbelli ricorda a Spirlì di aver fatto, oltre a una serie di interventi su Fb, ben tre manifestazione per chiedere la chiusura delle scuole per scongiurare una strage di contagi tra i più giovani. Il 10 marzo il sit-in davanti al Tar; quattro giorni dopo, il 14 marzo, la protesta alla Regione; il 20 marzo da un luogo simbolo, conosciuto nel mondo, dal costruendo cimitero internazionale dei migranti a Tarsia. Se fossero stati accolti i miei appelli, avremmo evitato la zona rossa, scongiurando quella che considero “la strage degli innocenti”, dei tantissimi minori contagiati in questo ultimo mese in Calabria”!

Banner

Corbelli, in segno di protesta con il Governatore calabrese, (ri)pubblica sulla pagina Fb di Diritti Civili proprio il sit-in promosso davanti alla Cittadella regionale con l'appello per la chiusura immediata delle scuole in Calabria.  

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner