Cultura e tradizioni. Il sindaco Meta finanzia la pubblicazione del libro “San Floro” di Salvatore Guerrieri

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Cultura e tradizioni. Il sindaco Meta finanzia la pubblicazione del libro “San Floro” di Salvatore Guerrieri
Il sindaco di San Floro Bruno Meta con il professore Salvatore Guerrieri

Il sindaco sottolinea che aveva "il dovere morale di aiutare il professore nella conclusione dell’ambizioso progetto. Esso rappresenta il lascito che l’attuale Amministrazione vuole regalare alle generazioni presenti e future"

  13 gennaio 2021 11:07

"San Floro inizia il nuovo anno all’insegna della cultura e lo fa alla riscoperta di quella che fu la storia dell’antico borgo. Il lavoro è di Salvatore Guerrieri, docente di lettere in pensione, giornalista pubblicista ed autore di commedie già conosciuto dal grande pubblico per diverse pubblicazioni, quali: Borgia – Storia di un paese di Calabria (Carello Editrice, 1992); A Sud di Catanzaro (Antares Vincenzo Ursini Editore, 1994); L’Arciconfraternita del SS. Rosario di Borgia (Vincenzo Ursini Editore, 1996); Concetta Lombardo, una santità mediterranea (Vincenzo Ursini Editore, 1996); Borgia e circondario (Ursini Edizioni, 2007); La banda musicale nella storia di Girifalco (2011); Borgia (Edizioni Nuova Prhomos, 2015). “San Floro” rappresenta un altro tassello che si aggiunge a questa bellissima cornice". Così in una nota stampa.

"Un impegno attento e costante - prosegue la nota -  che risale il corso del tempo e riproduce fatti ed eventi passati, dove nulla viene lasciato al caso ma tutto rientra in un progetto ben preciso. In questo senso, il libro non è un romanzo, né una raccolta di racconti, ma una ricerca storico-antropologica definita e ben dettagliata svolta attraverso ricerche archivistiche da una parte e, sul campo, dall’altra.  Fondamentale la collaborazione del Sindaco Bruno Meta, il quale ha coadiuvato nell’ultimo periodo l’attività di ricerca e ha finanziato la pubblicazione destinando una parte della sua indennità, ben consapevole dell’importanza dell’opera".  

Banner

In particolare, il primo cittadino, afferma: “Avevo il dovere morale di aiutare il professore nella conclusione dell’ambizioso progetto. Esso rappresenta il lascito che l’attuale Amministrazione vuole regalare alle generazioni presenti e future. Solamente favorendo la memoria storica è possibile sviluppare un senso d’identità collettiva: una formazione culturale in grado di accrescere il senso di cittadinanza legato al luogo di appartenenza.”

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner