Djepicsamu, la sua passione in musica a soli 15 anni

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Djepicsamu, la sua passione in musica a soli 15 anni
Samuele Epiceno
  09 luglio 2019 16:40

di FRANCESCA FROIO

Il giovane catanzarese Samuele Epiceno, in arte djepicsamu, si è classificato  al primo posto del contest dedicato ai deejay emergenti nell’ambito del Premio FIM-Fiera internazionale della musica svoltasi nei giorni scorsi a Milano. Samuele ha 15 anni, frequenta il Liceo scientifico Fermi e con grande passione sta coltivando il sogno di imporsi nel mondo della musica.

Banner

Un traguardo importante quello che hai raggiunto, frutto di una passione che coltivi sin da bambino. Com’è nata?

Nonostante la mia giovane età, posso dire di essere sempre stato appassionato d’informatica e del mondo audio. A soli 7 anni, ammirando mio cugino dilettarsi con il suo impianto audio, mi sono innamorato della musica in generale. Ho subito iniziato ad intraprendere il percorso da dj, perché l’arte di saper comporre e mixare musica mi affascinava sin da piccolo, così mio padre mi comprò la mia prima piccola console e due casse per iniziare. Negli anni mi sono dilettato a giocare e documentandomi su questi strumenti, ho acquistato nuovi attrezzi ed ogni giorno ho imparato qualcosa di nuovo, come mettere a tempo le canzoni o creare un mix. Così, pian pianino, ho appreso tecniche sempre più complesse. La mia passione, ed il desiderio di conoscere ogni cosa di essa, mi hanno condotto ad imparare molto da autodidatta. Durante le scuole medie ho aperto un canale youtube attraverso il quale cercavo di osservare  l’impatto dei miei lavori, anche se non perfetti, sulla gente.

Banner

Quando hai capito che, da semplice passione, il tuo sogno poteva divenire qualcosa di più?

È stato attraverso un percorso graduale, ho iniziato a fare alcune serate in Calabria esibendomi in occasione di eventi privati, come diciottesimi, matrimoni, sagre e feste di tutti i generi. Gradualmente sono cresciuto ed ho avuto le mie prime esperienze in qualche locale e soprattutto e sui palchi come quello del Kroton Dance festival. Ho realizzato però l’idea di poter fare della mia passione una vera e propria professione circa un anno fa, quando ho intrapreso degli studi approfonditi presso un agenzia, la The Twins Agency di Tony B Ruggero, anche mio maestro, che mi ha permesso di aprire gli occhi stimolandomi  ad esprimere ogni singola cosa che avevo in testa, con la musica.

Coltivi altre passioni oltre alla musica?

Certo, tutte passioni che cerco di portare avanti nel miglior modo possibile. Mi piace molto scrivere ad esempio, infatti, ho aderito ad un progetto di giornalismo “Voce ai giovani” per 2 anni, io ed un mio amico siamo stati riconosciuti come miglior giornalisti in erba. Mi piace la matematica e l’astronomia, materie oggetto di olimpiadi che mi hanno visto raggiungere le fasi interregionali. A partire dalla scuola medie ho anche studiato chitarra.

La tua è un’età importante nella qual,  oltre alle attitudini ed alla personalità, iniziano a prendere forma anche gli obiettivi. Tu che obiettivi hai?

Il mio prossimo obiettivo sarà studiare e sto già per intraprendere un corso per dj producer perché voglio comporre pezzi miei. Credo fermamente che non ci sia cosa più bella che vedere saltare e ballare la gente con la tua musica. Di conseguenza ora sto allestendo un studio di produzione a casa mia. Un altro obiettivo che mi auspico di raggiungere presto è quello poter di suonare nei club e sui palchi di tutta la Calabria ed oltre, così da poter espandere il mio pensiero di musica.

Qual è il tuo pensiero di musica dunque?

Credo di poter affermare che il mio concetto di musica, per molti aspetti, si discosta molto da quello di molti dj, perché punto molto sull’idea che personalizzare qualsiasi pezzo sia essenziale, lo scopo deve essere quello di poter regale emozioni differenti.

Il 16 e il 17 maggio si è tenuto il concorso nazionale per dj “it’s your time” presentato dalla FIM (fiera internazionale della musica) che si è svolta a Milano in piazza citta di Lombardia. Ti sei meritatamente aggiudicato Il premio  FiM Awards, che consiste nel premio Come Miglior Dj Emergente Italia. Cos’hai pensato quando hai appreso questa notizia?

È stata veramente una grande sorpresa, andare in un posto dove non ti conosce nessuno ed essere acclamato da giudici di alto calibro ripaga i numerosi sacrifici, tutte le giornate passate davanti al computer e alle console per cercare di fare qualcosa di nuovo ed alternativo. Il mio primo posto è stato attribuito per personalità, tecnica di mixaggio e scelta dei brani musicali, non posso che essere soddisfatto e soprattutto felice.

A chi dedichi questo traguardo?

Alla mia famiglia ed a tutti gli amici che mi hanno supportato con il loro sostegno ed il loro affetto.

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner