Ex comparsa della televisione arrestata: il legale: "Mai accusato di associazione"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Ex comparsa della televisione arrestata: il legale: "Mai accusato di associazione"
Guardia di Finanza, foto di archivio
  10 febbraio 2021 12:18

 La Dda di Napoli "non contesta alcun reato associativo, né la partecipazione ad organizzazioni criminali campane o di altra provenienza geografica" nei confronti di Carlo Cuccia al quale, lo scorso 2 febbraio, la Guardia di Finanza di Napoli ha notificato la misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dall'Autorità Giudiziaria partenopea. Lo sottolinea, in una nota, l'avvocato Marco Lacchin, legale di Cuccia

"L'unica contestazione che viene mossa - spiega il professionista - riguarda l'importazione in territorio italiano di una partita di hashish, sequestrata a Barletta il 15 febbraio 2018, in relazione alla quale lo stesso ritiene di essere totalmente estraneo". Inoltre, scrive ancora l'avvocato Lacchin, "anche nel procedimento penale (numero 1732/17 RGNR) della DDA di Catanzaro, citato in alcuni degli articoli giornalistici, nell'ambito del quale Carlo Cuccia era stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto nel gennaio 2019, ogni contestazione di reato associativo era caduta sin dalle indagini preliminari".

Banner

"La condanna, non definitiva, - continua l'avvocato - sopravvenuta nel luglio 2020, riguarda esclusivamente il reato di spaccio di sostanza stupefacente (hashish)". Infine, conclude il penalista, "come già segnalato più volte in passato, ogni notizia circa la detenzione di armi da parte di Carlo Cuccia è destituita di ogni fondamento ed egli mai (né nei procedimenti sopra indicati né in altri) si è visto contestare reati ad esse inerenti".

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner