Femminicidio a Pietragrande, la figlia di Loredana Scalone: "25 anni sono pochi, speravamo nell'ergastolo"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Femminicidio a Pietragrande, la figlia di Loredana Scalone: "25 anni sono pochi, speravamo nell'ergastolo"

  26 ottobre 2023 17:47

di TERESA ALOI

 Ringrazia l'avvocato Arturo Bova  la figlia di Loredana  Scalone, Giulia al termine della sentenza con la quale la Corte d'assise di Catanzaro ha condannato Sergio Giana a 25 anni di reclusione  escludendo le aggravanti.

Banner

LEGGI QUI LA SENTENZA 

Banner

"Siamo rimasti delusi. In questi 3 anni abbiamo sempre avuto fiducia nella Magistratura e speravamo che la pena richiesta dal pubblico ministero,  l'ergastolo, fosse quella data. Ma noi non ci fermeremo e continueremo a lottare confidando nella magistratura - ha detto - e che in un secondo tempo arrivi l'ergastolo".

Banner

Un omicidio efferato per l'avvocato Arturo Bova. "Rispettiamo la sentenza ma  questa va criticata. Quali attenuanti generiche: mettiamo panchine rosse ma servono sentenze - ha detto l'avvocato Arturo Bova -  L'ha accoltellata, la ferita più volte, l'ha gettata dalla terrazza.  Ci aspettavamo che la sentenza aprisse quel barlume su quelle  responsabilità che avevamo individuato. Quell'omicidio è stato commesso con l'aiuto di altre persone. Chiederemo la riapertura delle indagini. E' un colpo durissimo per tutti". 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner