Furto in casa del magistrato Valea, i ladri saranno giudicati a Salerno

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Furto in casa del magistrato Valea, i ladri saranno giudicati a Salerno
Il Tribunale di Catanzaro
  16 luglio 2019 17:35

di EDOARDO CORASANITI

Saranno giudicati dal Tribunale di Salerno Georgevic Goran e Jovanic Goran, indagati per la tentata rapina nell’abitazione del magistrato Giuseppe Valea, presidente della seconda sezione penale, del riesame e prevenzione.
Come previsto per dall’articolo 11 del Codice di procedura penale, infatti, “i procedimenti in cui un magistrato assume la qualità di persona sottoposta ad indagini, di imputato ovvero di persona offesa o danneggiata dal reato, che secondo le norme di questo capo sarebbero attribuiti alla competenza di un ufficio giudiziario compreso nel distretto di corte d'appello in cui il magistrato esercita le proprie funzioni o le esercitava al momento del fatto, sono di competenza del giudice, ugualmente competente per materia, che ha sede nel capoluogo del distretto di corte di appello determinato dalla legge”. Dunque, le indagini  a carico dei presunti ladri, difesi dall’avvocato Monte di Castrovillari, si terranno a Salerno.

Banner

LA VICENDA- Lo scorso 3 luglio i rapinatori hanno tentato di realizzare un furto nella villa di Valea, a Cropani marina.
A distanza di pochi minuti la banda è stata intercettata e fermata nel quartiere Cava di Catanzaro, dopo un inseguimento dei carabinieri della Compagnia di Sellia Marina, della Compagnia di Catanzaro e dalla polizia di Stato.
L’autovettura sulla quale stava fuggendo la banda, un Suv Bmw, è stata abbandonata in una strada di campagna, dopo avere sbattuto contro un blocco di cemento posizionato per chiudere la circolazione. A quel punto i malviventi sono fuggiti a piedi, ma due di loro sono stati bloccati e arrestati.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner