Germaneto e Lido collegate. Abramo: "Una strada fondamentale"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Germaneto e Lido collegate. Abramo: "Una strada fondamentale"

  11 giugno 2019 19:36

di PAOLO CRISTOFARO

Costata 53 milioni di euro, lavori durati più di 15 anni. La provincia ha scelto di sostenere l’onore di gestire la trasversale fino a Catanzaro Lido. Si tratta di una strada a doppia carreggiata, larga 24 metri e lunga 3.8 chilometri. L’opera comprende 5 viadotti lunghi 540, 420, 150, 90 e 60 metri. Nella realizzazione sono incluse anche 3 gallerie: una di 128 m, larga 24 e le altre due di 60 e 23 metri circa. Le funzioni R.U.P. sono state svolte dal dirigente del settore Viabilità e trasporti, Floriano Siniscalco. «Finalmente questa arteria importante apre. Arteria che aiuta i collegamenti con la Cittadella, con l’Università, ma anche e soprattutto tra il centro di Catanzaro e Catanzaro Lido. Il finanziamento risale al 2003. Il merito va a tutte le amministrazioni che si sono succedute in questo lasso di tempo. Noi ora non abbiamo fatto altro che sollecitare perché si facesse più presto possibile»ha asserito Sergio Abramo. «Si tratta di una strada fondamentale, dato oltretutto il periodo estivo. La gestione sarà affidata all’Anas, con la manutenzione provinciale. Abbiamo in cantiere anche di realizzare ulteriori rotatorie e infrastrutture per evitare il solito effetto ad imbuto all’entrata di Catanzaro» ha proseguito il primo cittadino. «Dobbiamo lavorare bene anche per rendere fruibile e per far sviluppare la zona di Germaneto, introno alla Cittadella e all’Università, che sta crescendo. Lavoreremo per migliorare tutta la viabilità, nonostante siano stati fatti progressi rispetto ad anni ed anni fa, quando la situazione del traffico era molto più complessa» ha concluso Abramo. «L’arteria è assolutamente di importanza vitale, non solo per Catanzaro. Rappresenta il tratto finale di un collegamento essenziale anche tra l’area di Lamezia, il catanzarese e la costa jonica. Sostanzialmente è una trasversale tra Jonio e Tirreno. Le infrastrutture portano sviluppo. Questa è area centrale della Calabria e l’apertura dell’arteria non può che portare benefici al territorio. Tra i prossimi interventi quello di realizzazione della rotatoria del bivio Nalini, per evitare l’effetto “tappo” che potrebbe generarsi all’ingresso di Lido» ha sottolineato invece l’ingegnere Siniscalco. «Mio compito è stato quello di occuparmi della sicurezza nel cantiere, di cui sono stato responsabile dal 2015. Purtroppo, prima, l’area di lavoro è stata scenario di una tragedia, di un incidente mortale per un giovane operaio, lungo un viadotto. Nonostante la grossa responsabilità, in questi anni di lavoro, siamo riusciti ad ultimare l’opera senza imprevisti né incidenti o problemi di alcun tipo, fortunatamente. Per questo ringrazio i miei collaboratori e quanti hanno lavorato perché tutto funzionasse al meglio, nonostante alcune lavorazioni particolari e impegnative» ha concluso l’ingegnere Giancarlo Martinis, responsabile della sicurezza nel cantiere.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner