Girifalco. L'Archeoclub: “Scavi di San Vincenzo abbandonati: amministrazione sorda agli appelli”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Girifalco. L'Archeoclub: “Scavi di San Vincenzo abbandonati: amministrazione sorda agli appelli”
San Vincenzo di Girifalco, il prima e il dopo

Un sito di interesse storico ed archeologico, come riconosciuto dalla Sovrintendenza, di notevole potenziale e valore. Ancor di più per quello che potrebbe svelare questo autentico gioiello.

  29 aprile 2021 17:00

di MASSIMO PINNA

Scoperto per caso, in località San Vincenzo, i volontari e l’Archeoclub di Girifalco ne hanno svelato i tesori, promuovendo il riconoscimento come poi arrivato.

Banner

Solo che adesso, come si vede dalle foto, il sito versa in condizioni a dir poco vergognose. Come rilevato altre volte, l’associazione ha più volte chiesto un incontro al sindaco di Girifalco, Pietrantonio Cristofaro. Richieste rimaste finora sempre senza risposta.

Banner

Durante la campagna di scavo che si è svolta in località San Vincenzo a Girifalco, sono emerse delle lastre in ceramica, con impressa una menorah ebraica a 5 braccia. Queste lastre servivano come copertura per le sepolture che sono state ritrovate durante lo scavo archeologico. La simbologia che è stata riscontrata è di notevole importanza poiché fa emergere il fatto che a Girifalco era presente un insediamento ebraico.

Banner

Questo ritrovamento potrebbe cambiare la storia degli insediamenti ebraici di tutta la Calabria. “Prima o poi qualcuno dei nostri amministratori - afferma Ines Caliò, presidente dell’Archeoclub - si accorgerà di questa importanza, speriamo non sia troppo tardi!”.

Dunque, “chi amministra deve amministrare per il bene del paese e quindi fare tutto ciò che può migliorare il paese stesso. Questo voler continuare a fare finta di niente non calcolando un'associazione come l'Archeoclub che si è spesa per la nostra comunità non penso – conclude - che li porterà lontano. Noi attendiamo fiduciosi da 6 anni di essere ricevuti da questa illustrissima amministrazione”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner