Il cardiochirurgo Testa: "Il Sant'Anna deve continuare nella sua attività. No a soluzioni arzigogolate"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il cardiochirurgo Testa: "Il Sant'Anna deve continuare nella sua attività. No a soluzioni arzigogolate"

  10 gennaio 2021 17:45

"Lavoro al Sant'Anna hospital da 8 anni. Operiamo circa 800 pazienti all'anno che perderebbero la possibilità di ricevere le cure che qui ottengono.  Nelle cardiochirurgie pubbliche del Policlinico di Catanzaro e di Reggio Calabria ci sono professionisti all'altezza ma al momento hanno potenzialità che impediscono loro di sopperire ad alcune necessità". È quanto ha dichiarato il cardiochirurgo del Sant'Anna hospital, Alessandro Testa sull'attuale crisi che sta vivendo la struttura privata.
"Noi siamo sul territorio e forniamo un servizio essenziale alla riduzione se non all'azzeramento, della migrazione sanitaria per la cardiochirurgia", ha aggiunto Testa. "Innanzitutto la questione del diritto alla salute e del diritto al lavoro si tengono. Noi siamo compatti nel sostenere il diritto del Sant'Anna a proseguire nella sua attività. Le soluzioni temporanee senza prospettive non ci interessano", ha concluso.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner