Il comitato dei ristoratori di Catanzaro: "Non vogliamo ristori ma solo tornare alla normalità"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il comitato dei ristoratori di Catanzaro: "Non vogliamo ristori ma solo tornare alla normalità"
Logo comitato ristoratori Catanzaro
  10 gennaio 2021 16:13

"Esprimiamo il nostro disappunto e ci dissociamo dalle dichiarazioni dei presidenti delle 5 regioni interessate dai provvedimenti restrittivi di questi ultimi giorni. Infatti Stefano Bonaccini (Emilia Romagna), Attilio Fontana (Lombardia), Nello Musumeci (Sicilia), Luca Zaia (Veneto) e Spirlì (Calabria) hanno invocato, nei giorni scorsi, attraverso una missiva di accelerare l'iter governativo per l' erogazione di ristori economici alle zone interessate dalle chiusure di queste settimane". Lo dice in una nota il comitato dei ristoratori di Catanzaro.

"Fermo restando il fallimento dell' iniziativa governativa per insufficienza delle risorse e una platea che non è stata totalmente raggiunta, la richiesta dei 5 governatori appare in linea con la linea politica di questo governo che non fa altro che distruggere centinaia di migliaia di aziende e impoverire milioni di italiani".

Banner

"Ci saremmo invece aspettati da parte dei governatori di regione una presa di posizione netta chiara e decisa e soprattutto dalla nostra parte, invece questo governo delle chiusure a tappeto ha chiuso anche le loro menti. Il nostri settore non vuole i ristori, vuole solamente poter ristorare. Ritornare alla normalità il prima possibile, ritornare semplicemente a lavorare, che è l' unica cosa che sappiamo fare; “di questo ne andiamo orgogliosi e fieri”.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner