Il Comune replica al Codacons: "Il finanziamento non è stato perso"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il Comune replica al Codacons: "Il finanziamento non è stato perso"

L'assessore ai lavori pubblici Franco Longo ha risposto a Francesco Di Lieto sul caso del Parco Gasometro

  31 maggio 2019 16:58

Non tarda ad arrivare la replica al Codacons ( leggi la notizia) da parte di Palazzo De Nobili su una delle incompiute per eccellenza del capoluogo:il Parco Gasometro. L'assessore ai lavori pubblici Franco Longo ha precisato come l'amministrazione comunale sta tentando, con la Regione, di rimodulare i finanziamenti. 

“Il finanziamento per la riqualificazione del parco del Gasometro, nel quartiere Sala, non è stato perso: 1 milioni e 300mila circa sono ancora nelle disponibilità del Comune”.

Banner

Lo ha affermato, replicando alla nota del Codacons, l’assessore ai lavori pubblici Franco Longo. “Il progetto di riqualificazione dell’area è, al momento, in corso di rimodulazione d’intesa con la Regione. Il motivo è semplice: il progetto originario verrà modificato per non contrastare con la realizzazione del tracciato della metropolitana di superficie e le sue opere complementari, relative al sistema di parcheggi e agli impianti ettometrici”.

Banner

L’assessore ha fatto anche un passo indietro: “I lavori nella zona del Gasometro erano stati previsti con i fondi del programma Pru di circa 15 anni fa nell’ambito di una più ampia riqualificazione dell’area collegata alla costruzione di Parco Romani. In questa fase, pertanto, gli interventi sul Gasometro sono fermi proprio perché è in corso una valutazione tecnica insieme alla Regione finalizzata a evitare che ci siano interferenze con la metropolitana di superficie. Quanto alla presunta responsabilità erariale che il Codacons addebita all’amministrazione comunale – ha concluso Longo -, una situazione del genere sarebbe stata possibile solo se, e non è questo il nostro caso, i lavori fossero stati effettuati senza tener conto di potenziali contrasti con il parallelo intervento sulla metropolitana. I fondi – ha ribadito Longo -, sono lì dov’erano e verranno utilizzati seguendo un piano ben preciso”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner