Il M5S pensa a soluzioni per il depuratore

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il M5S pensa a soluzioni per il depuratore

  13 giugno 2019 16:51

Sabato 15 giugno, alle 18, alla fine del lungomare di Catanzaro Lido, nei pressi della foce del Corace, un incontro promosso dal M5S, per parlare delle condizioni del depuratore. L’iniziativa sarebbe partita, oltre che da Bianca Laura Granato, Paolo Parentela e Giuseppe d’Ippolito, anche dagli attivisti del locale Meetup catanzarese. Vi sarà anche «una relazione tecnica del legale Roberto Colosimo e il ruolo di moderatore sarà affidato a Francesco Mardente» leggiamo nel comunicato. «Parleremo di una vicenda che si trascina da troppo tempo, di un caso irrisolto che rappresenta un guaio serio per la comunità, per l’ambiente e la salute pubblica, di una lunga storia di insipienza e incapacità politica che ha suscitato sdegno e indignazione a vari livelli» anticipano nella nota i tre parlamentari.

Vi sono «riflessi pesanti, perché inserita in un’ampia procedura d’infrazione della commissione Ue, che potrebbe determinare, anche per le responsabilità del dirigente regionale di competenza, una condanna nei confronti dello Stato al pagamento di una sanzione milionaria» continua il comunicato dei pentastellati. Si attende, quindi, l’incontro di sabato pomeriggio, nel quale gli esponenti del Movimento, spiegheranno anche le azioni politiche e legali intraprese a tal proposito.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner