"Joy’s Seaside". A Gioia Tauro si consegna alla polizia dopo più un mese di latitanza

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images "Joy’s Seaside". A Gioia Tauro si consegna alla polizia dopo più un mese di latitanza
Un posto di blocco della Polizia

Alessandro Cutrì è già nel carcere di Palmi

  02 maggio 2021 11:18

Nella mattinata di ieri, presso il Commissariato di P.S. di Gioia Tauro, si è costituito, accompagnato dal legale di fiducia, Alessandro Cutrì, 25 anni, nato a Gioia Tauro  ivi residente, destinatario della misura della custodia cautelare in carcere per associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e cessione di sostanze stupefacenti aggravata dalla circostanza dell’agevolazione mafiosa nell’ambito dell’Operazione di Polizia Giudiziaria "Joy’s Seaside".  L’uomo si era reso irreperibile lo scorso 25 marzo ed era attivamente ricercato dal personale della Polizia di Stato.

  A tal fine, nelle ultime settimane, il personale di Polizia ha intensificato le attività straordinarie di controllo del territorio incentrandole particolarmente sul rione Marina e nella zona del lungomare di Gioia Tauro, ritenute aree sotto l’influenza della ‘ndrina “DE MAIO - BRANDIMARTE”, disarticolata con l’esecuzione del provvedimento cautelare. Al termine delle formalità di rito, il CUTRI’ è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Palmi a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner