“La bellezza è sempre contemporanea", Angiolina Marchese da Diamante a Roma il 2 luglio con una mostra collettiva di artisti nazionali

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images “La bellezza è sempre contemporanea", Angiolina Marchese da Diamante a Roma il 2 luglio con una mostra collettiva di artisti nazionali
Angiolina Marchese
  29 giugno 2021 12:49

“Tutti gli artisti hanno diritto al loro spazio nel mondo: nelle mie mostre apro le porte anche a chi di loro ha meno disponibilità di investimento, perché l’arte va rimessa in circolo”. È un grande progetto quello di Angiolina Marchese, originaria di Diamante approdata a Roma all’Accademia di Belle Arti, oggi artista affermata e curatrice di mostre che offrono fedeli spaccati dell’arte contemporanea nazionale. Un progetto artistico innovativo che Angiolina ha perseguito negli anni con la sua Associazione culturale Art Global – ultima in ordine di tempo la rassegna d’arte “Emozioni Piccanti” al Museo Dac di Diamante, in sinergia con il Comune e l’Accademia del Peperoncino – e che prenderà la sua forma più corale nella Mostra collettiva di artisti nazionali “LA BELLEZZA È SEMPRE CONTEMPORANEA”, prevista a Roma il 2 luglio prossimo (Galleria La Pigna, Via Della Pigna 13a, ore 18.00).

L’apertura del Vernissage, curato dalla Marchese come presidente dell’Art Global in collaborazione con Raoul Bendinelli, sarà affidata a Vittorio Sgarbi, critico della mostra, e la presentazione all’amatissima attrice e cantante Mita Medici (presente anche come artista espositrice).

Banner

Banner

La collettiva – che rimarrà in esposizione dal 2 al 9 luglio – nasce dall'iniziativa di artisti autonomi, che si auto-sostengono con lo scopo di rimettere l'arte in circolo e porre in risalto un dialogo continuo tra le opere. L'esposizione attraverso opere selezionate con stili diversi, spaziando dalla pittura, alla scultura, alla fotografia, con la creatività degli artisti meritevoli, crea sinergie magiche all'insegna della bellezza e dell'eleganza, cercando di fare arte con la A maiuscola e mettendola a disposizione di tutti.
 
Gli artisti che partecipano alla mostra: Muaath Al Baloochi, Patrizia Almonti, Annelise Atzori, Simone Bellomia, Raoul Bendinelli, Ronnie Brogi, Vitaliya Bruy, Romolo Buldrini, Carmelo Cacciola, Andrea Calabrò, Maretta Capossela, Anna Catalano, Susanna Cauli, Doris Lisa Confortin, Amalia Contestabile, Antonella De Medici, Amalia Di Domenico, Veronica Diquattro, Stefano Donato, Ciro Fabbozzi, Vito Giaccari, Giovanni Gurrieri, Pinella Imbesi, Mariarita Ioannacci, Paolo Lelli, Angiolina Marchese, Lina Mariolu, Mariassunta Martellone, Raffaella Martino, Andreas McMuller, Mita Medici, Tony Morelli, Francesca Morlacchi, Antonella Murzilli, Franco Rino Nanu, Cristina Natale, Vanda Panzironi, Francesca Paoletta, Laura Pernigo “Cherry”, Carlo Alberto Perillo, Giuditta Petrini, Greta Pirro, Stefania Ponticelli, Carla Pugliano, Alessandro Rinaldoni, Cristoforo Russo, Graziella Russo, Lucia Sabatini degli Scaruffi, Nikolina Marjanovic Scalise, Isabela Seralio, Stefania Simanschi, Giuseppina Spadola Incatasciato, Mario Spagnoli, Emilia Sulea, Sonia Vecchio So.Ve., Rosanna Vetturini, Betty Vivian.
 
Chi è Angiolina Marchese. Nata al Sud, manifesta sin da piccola la passione per l’arte, così dopo la maturità artistica presso l’Istituto d’Arte di Cetraro si trasferisce a Roma per frequentare l’Accademia di Belle Arti in Via Ripetta sotto la guida del suo maestro Giulio Turcato. Approfondisce la modellazione, pittura e cottura della ceramica conseguendone il diploma presso l’ISA di Cetraro come ceramista. Artista affermata, da sempre appassionata di pittura è maestra in arte applicata e lavora in un noto liceo romano nel laboratorio di tecniche pittoriche, ha partecipato a diverse mostre collettive e concorsi nazionali e anche a collettive internazionali a Londra, Parigi, Barcellona, Berlino, arrivando a Miami per diventare artista mondiale, raccogliendo numerosi premi e consensi dalla critica. Esegue i propri lavori su tele e tavole attraverso le tecniche di astrattismo che suscitano estremo interesse, infatti, pur essendo riflessiva e immersa nel mondo quotidiano, non riesce a non guardare con uno sguardo al passato e ai valori che esso rappresenta. Emergono, a un’attenta osservazione, qualità talentuose naturali, proprie della sua terra d’origine, la Calabria, che brilla di una policromia naturale, avendo come eredità uno dei mari e dei cieli più belli al mondo.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner