La lotta alle dipendenze parte dalla tavola

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images La lotta alle dipendenze parte dalla tavola

  29 maggio 2019 10:38

CARIATI (Cs) – Martedì 28 Maggio 2019 – Arginare l’emergere ed ancor di più il dilagare di devianze, soprattutto tra le nuove generazioni, è impegno quotidiano che può e deve essere efficacemente interpretato e fatto proprio anche e soprattutto dal mondo dagli operatori della ristorazione, a stretto contatto con i giovani. L’educazione alimentare, il cui deficit rappresenta oggi un’analoga emergenza da affrontare insieme alla mancanza di senso civico e di appartenenza identitaria, va di pari passo, infatti, con la promozione di stili di vita sani e con la prevenzione della salute, attraverso il cibo sano ed i prodotti autentici dei nostri territori.

 

Banner

È quanto ha dichiarato Pietro TANGARI che, nel solco di quella che sta diventando ormai la sua mission di responsabilità sociale, è stato chiamato ancora una volta a portare il proprio contributo personale e professionale oggi (martedì 28) alla cerimonia di premiazione del progetto SENZA ..DIPENDENZA, che ha coinvolto quattro classi delle scuole medie dell’Istituto comprensivo statale CARIATI.

 

Banner

Prevenzione è la parola d’ordine che ha accompagnato la campagna di sensibilizzazione portata sui banchi di scuola dalle psicologhe e psicoterapeute Clelia CAPRIO e Francesca SANTORO, che hanno relazionato sulle attività svolte, durante gli incontri.

 

Dal corretto e moderato utilizzo del web, agli effetti dall’uso di sostanze stupefacenti, passando dal consumo di alcol. Sono, questi, i temi che i ragazzi hanno dovuto elaborare, secondo il criterio della creatività.

 

La classe risultata vincitrice sarà ospitata nella pizzeria di via Stefano PATRIZI.

 

Coordinati dalla docente Maria VITERITTI, insieme a TANGARI (membro di giuria e partner dell’evento) sono intervenuti, tra gli altri Don Mosè CARIATI, il radiologo Giuseppe FERRARO, la consigliera delegata alle politiche sanitarie Maria Elena CICCOPIEDI. - (Fonte: Lenin MONTESANTO – Comunicazione & Lobbying – 345.9401195)

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner