La riflessione di Peppino Bisantis sulla figura di "Don Mimmo Battaglia e il suo aiuto ai tossicodipendenti"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images La riflessione di Peppino Bisantis sulla figura di "Don Mimmo Battaglia e il suo aiuto ai tossicodipendenti"
Peppino Bisantis
  21 dicembre 2020 18:02

di PEPPINO BISANTIS*

"Andai al funerale di un amico, non ricordo il nome della Parrocchia la Chiesa era piena soprattutto di giovani. Giunti all'Omelia il mio cuore sussultò per quanto udivo, sembrava di sentire quel santo Cappuccino Padre Leonardo che il Signore volle mi faceva da Padre morto prematuro e da Madre distante oltre 1000 KM da me. Le Omelie di Padre Leonardo convertivano tante persone lontane da Dio, riunificavano matrimoni e riceveva persone mandate da Padre Pio. Ero distante dall'Altare e non vedevo bene quel giovane Sacerdote. finita la Santa Messa mi reco in Sacrestia ci salutiamo e, con affabilità, nel congedarci mi dice: “Prega per me! quel Sacerdote che mi riportava alla mente il 26 Febbraio 1993..."

Banner

Uno scellerato Consiglio Circoscrizionale deliberava parere favorevole alla ristrutturazione dell'ex Mattatoio per adibirlo a sede di comunità terapeutica per tossici dipendenti... Arrivano i Tossici Dipendenti con tutti i problemi che creano. “Invitiamo il Consiglio Circoscrizionale a revocare la delibera in questione". Questo è parte del "Volantino " che veniva distribuito dal "Comitato Pro Pontegrande " ai numerosissimi cittadini che affollavano la sala della Circoscrizione dove era indetta l'assemblea cittadina per discutere la questione. Entra in sala un giovane Prete tranquillo e sereno. Lo vedevo per la prima volta. Il suo viso non mostrava preoccupazione alcuna per i surriscaldati animi dei presenti. Calmatosi il trambusto, prende la parola che veniva subissata di rifiuto. Sentir parlare di ospitare i tossicodipendenti nel Quartiere. Io intanto, infervorato dal bellissimo ed emozionante intervento di quel giovanissimo e coraggioso Prete, notavo che, tra i più intemperanti vi erano cittadini praticanti le funzioni Religiose quindi in forte contrasto con quanto Gesù ha lasciato detto. "Amatevi l'un l'altro come io ho amato Voi ".

Banner

Mi fu concesso di prendere la parola, il mio intervento non discostava di una virgola quanto detto da quel giovane rappresentante di Cristo sul cui volto si leggeva e traspariva una grande fede. Il mio intervento, fotocopia di quanto aveva già detto Don Mimmo, nel fendere la folla, mi viene sussurrato più volte "sciaugurato". Rispondo loro che: “preferisco esserlo ai loro occhi ma non davanti al giudizio di Dio”, dobbiamo rivestirci di quella sensibilità e di valori per la mancanza dei quali la società è negativamente pervasa, la perdita o, l'accantonamento di valori morali civili e religiosi e soprattutto di Dio, hanno creato nuclei familiari frantumati, giovani vite distrutte, incapaci di sacrificarci, individualismo e ricerca sfrenata ai piaceri della vita. Invito tutti voi giovani a non arrendervi, a continuare a lottare e sperare perché (se non lo siamo noi) c'è Dio con voi.

Banner

Quel Dio che ha mandato ad affiancarvi i suoi amati Don Mimmo Battaglia, Don Biagio Amato, Don Giacomo Panizza che affiancati da splendidi giovani e meno giovani ragazzi e ragazze cooperano nel silenzio e lontani dal clamore dispensando copiosamente la gioia che da il "Servire Dio attraverso voi". (questo ultimo passaggio fu' mandato in stampa il 27 AGOSTO DEL 2011.) Qualche anno fa ho rivisto don Mimmo al quale chiesi un suo autografo sul su detto ultimo passaggio. A Peppino Bisantis con affetto e gratitudine (non feci altro che il mio dovere di cristiano) don Mimmo. Subito dopo la sua elezione ad Arcivescovo di Napoli, lo raggiunsi col cellulare per le congratulazioni perché lui potesse capire chi ero gli menziono l'occasione. Lui di rimando mi risponde: Si, ricordo ancora le tue belle parole, prega per me!".

*Volontario al Conventino di Sant'Antonio di Catanzaro 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner